Una gita a ...

Una gita a … Domenica ti porterò sul lago

lago

Bellissimi i laghi d’Italia. Piccoli o grandi, con le isole o senza. Una valida alternativa alle domeniche al mare a cui siamo abituati.

Roma, 23 giugno – Con il 21 giugno è ufficialmente arrivata l’estate e allora la domenica si va al mare.

È un’usanza antica che si ripete nelle città della nostra Penisola che hanno la fortuna di trovarsi vicine alle coste come Roma e Firenze, ad esempio, oppure proprio a ridosso della battigia come Genova e Napoli.

Chi non ha questa fortuna ed è alla ricerca dell’acqua e del refrigerio che porta, invece, può rivolgersi ai laghi.

Splendidi quelli del nord, con il Lago di Como, quello Maggiore, quello d’Iseo e quello di Garda che sono mirabilie della natura e dell’uomo, che li ha abbelliti con ville e paesini da sogno. Esteso e apparentemente dormiente il Trasimeno, che è anche definito il “mare dell’Umbria”, l’unica regione dell’Italia peninsulare che non si affaccia sul mare. Qui paesi come Castiglione del Lago, Passignano e San Feliciano sono le mete preferite per la domenica estiva dell’abitante del posto o del villeggiante che lo abbia scelto per un week-end.

Intorno a Roma, infine, troviamo a nord i meravigliosi Laghi di Bolsena, Bracciano e Martignano (più grandi e famosi i primi due, più raccolto e meno noto il terzo), a est quelli meno conosciuti, ma bellissimi, del Salto e del Turano (quest’ultimo in Abruzzo) e a sud quelli dei Colli Albani, come Nemi e Castel Gandolfo, sede estiva del Papa.

Tutti sono un’ottima alternativa alla gita al mare, che spesso comporta file clamorose sulle statali o sulle autostrade e l’inevitabile confusione delle spiagge, piene come le vie del centro nelle ore di punta.

I laghi, invece, distendono lo spirito e la mente, regalano quiete e serenità e, a volte, un’acqua che fa invidia anche a quella salata.

Back to top button