Calcio

Serie A – 38° giornata. Il Cagliari salva la Salernitana – Classifica finale

Incredibile epilogo in zona-salvezza: la Salernitana perde ma resta in A perché il Cagliari non vince a Venezia.

Roma, 22 maggio 2022 – L’epilogo del campionato in zona salvezza è stato al cardiopalma come tutto il campionato, incerto fino all’ultimo in ogni zona della classifica.

Un campionato che, per questo, possiamo definire bellissimo! Anche se, forse, livellato in basso, come dice qualcuno. Ma bello perché sempre incerto.

Prendete questa corsa alla salvezza che la Salernitana e il Cagliari si sono giocate stasera contro due squadre che non avevano più nulla da chiedere alla classifica.

L’Udinese avversaria della Salernitana in Campania e il Venezia, ultimo e già retrocesso, che ha ospitato il Cagliari. Che a sua volta, per salvarsi, doveva solo vincere.

A Salerno la partita è già chiusa alla fine del primo tempo, perché l’Udinese va al riposo in vantaggio per 3-0 (poi farà il quarto nella ripresa).

Ma a Venezia il Cagliari è inchiodato sullo 0-0 e non riesce a fare quel gol che, visto il risultato di Salerno, gli regalerebbe la vittoria-salvezza.

Perché gli permetterebbe di scavalcare la Salernitana, che ha due punti in più.

A Salerno la partita si gioca ormai per pro-forma, con i giocatori della panchina della Salernitana e gli spettatori che guardano tutti la partita del Cagliari sui telefonini.

A Venezia il Cagliari spinge ma non concretizza.

E quando l’arbitro Maresca fischia la fine della partita la retrocessione si materializza, mentre a Salerno l’Arechi esplode in una festa sfrenata.

Che ha come protagonista principale Davide Nicola: il mister-salvezza.

L’uomo che a Salerno ha ripetuto le imprese che aveva compiuto in passato con il Genoa, con il Crotone e con il Torino.

Tutte imprese che, quando lo hanno chiamato, sembravano davvero impossibili.

Per tutti, ma non per Nicola, che ci ha sempre creduto e che a Salerno ha compiuto un altro dei suoi “miracoli sportivi”.

Stavolta anche con l’aiuto del Cagliari, che si è suicidato nelle ultime dieci partite, quando ormai sembrava avviato verso la salvezza.

La sua retrocessione, unita a quelle di Genoa e Venezia, ci regalerà una grande Serie B 2022-23 ed è l’ultimo verdetto di questo bel campionato.

Che tra venerdì e sabato aveva mandato in Europa League la Lazio e la Roma e in Conference League la Fiorentina a spese dell’Atalanta, rimasta fuori dall’Europa.

Classifica finale: Milan 86; Inter 84; Napoli 79; Juventus 70; Lazio 64; Roma 63; Fiorentina 62; Atalanta 59; Verona 53; Sassuolo 50; Torino 50; Udinese 47; Bologna 46; Empoli 41; Sampdoria 36; Spezia 36; Salernitana 31; Cagliari 30; Genoa 28; Venezia 27.

 

Guarda anche
Close
Back to top button