Calcio

Serie A, 36°giornata: tutto ancora in bilico!

Ancora due turni per i verdetti definitivi.

Roma, 9 maggio 2022.

Niente è deciso a due giornate dalla fine del massimo campionato di serie A, se non la matematica certezza delle squadre che parteciperanno alla prossima Champions.

La stessa lotta per la salvezza ha vissuto più di un sussulto con i risvegli di Genoa e Venezia, vittoriose rispettivamente su Juventus 2-1 e Bologna 4-3, per non parlare del Cagliari che acchiappa disperatamente la Salernitana, in trasferta, al 99° per 1-1.

Visto il calendario è probabile che già nel penultimo turno arriveremo ad una definizione, con la Salernitana favorita nell’epilogo di una favola incredibile.

Prosegue parallelo il duello tra le milanesi che in rimonta vincono le loro gare e continuano la loro corsa con i soliti due punti di differenza.

Sabato l’Inter nel 4-2 casalingo contro l’Empoli ha mostrato carattere, oltre che qualità in alcuni singoli, nel ribaltare l’iniziale 0-2 con i toscani produttori di un calcio divertente ed efficace.

Poi la valenza tecnica dei nerazzurri ha prevalso e lo stesso copione lo ha recitato il Milan, nel posticipo domenicale, andando a rimontare un coriaceo Verona chiudendo al Bentegodi con un perentorio 1-3.

I rossoneri sono in salute sia tecnica, ottime le prove di Tonali e Leao, che mentale e sono padroni del loro destino contando anche sul dispendio psicofisico dell’Inter che mercoledì 11 si gioca la finale di Coppa Italia a Roma contro la Juventus.

Anche la contesa per l’Europa League vive di sussulti che riguardano le squadre della Capitale oltre a Fiorentina ed Atalanta.

Sabato sera la Lazio ha regolato la Sampdoria per 2-0, con due prodezze spagnole di Patric e Luis Alberto.

Una buona prestazione che andrà corroborata negli impegni contro Juventus, fuori casa, e Verona, in casa, nell’ultimo turno.

Partite per niente semplici rispetto alle gare, per esempio, della Roma che avrà anche la chance della conquista della Conference che da diritto di entrata diretta in Europa League.

A proposito dei giallorossi la sconfitta per 2-0 nell’ultimo atto della giornata contro la Fiorentina al Franchi è sembrata più una tara mentale che fisica.

La partenza a razzo dei Viola, che hanno segnato le reti nel primo quarto d’ora, ha complicato i piani della Roma che aveva impostato la gara per un iniziale controllo.

L’inaspettato uno-due dei toscani non ha prodotto un’adeguata reazione da parte dei romanisti che hanno avuto difficoltà ad imporre la loro manovra, con i padroni di casa che hanno palleggiato senza grossi problemi.

A completare il quadro della 36°giornata Sassuolo-Udinese 1-1, Torino-Napoli 0-1 e Spezia-Atalanta 1-3.

Come già accennato gran galà all’Olimpico di Roma mercoledì prossimo con la finale di Coppa Italia Juventus-Inter.

Sarà consolazione bianconera o ribadimento nerazzurro nel derby d’Italia?

Classifica dopo la 36° giornata:

Milan, 80; Inter, 78; Napoli, 73; Juventus, 69; Lazio, 62; Roma, Atalanta e Fiorentina, 59; Verona, 52; Torino e Sassuolo, 47; Udinese, 44; Bologna, 43; Empoli, 37; Spezia e Sampdoria, 33; Salernitana, 30; Cagliari, 29; Genoa, 28; Venezia, 25.

 

Back to top button