Calcio

Allegri: “Campionato equilibrato con la Roma molto migliorata”. Garcia: “Contro l’Empoli abbiamo tutto da perdere”.

I tecnici di Juventus e Roma parlando alla vigilia degli anticipi di domani in campionato.

Scambi di parole a distanza tra Torino e Roma alla vigilia del ritorno del campionato con gli anticipi Empoli-Roma (18.00) e Juventus-Udinese (20.45) di sabato. Mentre Allegri indica la squadra di Garcia come quella che si è rinforzata di più, il romanista richiama i suoi alla concentrazione per non sottovalutare la gara con i toscani.

Allegri: “Nonostante la cessione di Benatia la Roma è migliorata. Ha fatto un ottimo mercato, così come il Milan che lotterà per le prime posizioni e anche l’Inter. Il campionato è più equilibrato e difficile dell’anno passato e anche il Napoli ha grandi qualità. L’anno scorso ha disputato una stagione sopra le righe”.

Garcia: “La gara di Champions di mercoledì è un pericolo per la mia squadra e io ho il compito di tenerla concentrata per la partita con l’Empoli. Non c’è una Roma 1 e una Roma 2. Io farò le mie scelte di formazione guardando gli allenamenti e la condizione fisica di ogni giocatore. Per fortuna che gli unici indisponibili sono Strootman e Balzaretti”.

Allegri: “Contro l’Udinese Evra giocherà e Barzagli verrà in panchina con me così come Morata, che non ha i 90 minuti ma è convocabile. Con Tevez devo parlare. Lui vuole giocare ma io devo calcolare tutti i rischi. Pirlo la prossima settimana proverà a calciare, Chiellini deve curarsi per migliorare in vista della Champions mentre Vidal ha solo un affaticamento muscolare. Ma ho totale fiducia in chi giocherà”.

Garcia: “Ad Empoli avremo tutto da perdere. Loro saranno alla prima in A dopo la promozione e avranno tanto entusiasmo. Una partita di A non è mai vinta prima di giocarla. Dovremo avere fame, concentrazione e voglia di vincere”.

Allegri: “L’Udinese è un avversario difficile da affrontare e Di Natale è sempre molto pericoloso. Ma noi vogliamo iniziare bene un ciclo di partite importante”.

Garcia: “Giocheremo 6 partite in 17 giorni. All’inizio della serie i giocatori non avranno problemi, mentre potrebbero averli alla quarta o alla quinta partita. Mi preoccupano gli africani, che sono reduci da 90 interi giocati pochi giorni fa”.

 

Back to top button