Poesia

Viento ca sciusce – Vento che soffi

donna vento tomasino

Viento ca sciusce – Vento che soffi

Viento ca sciusce, 
puòrtate ‘stu turmiento mio, 
ca sta int” a ‘st’anima mia
‘e sale.

St’onde meje, 
ca vanno e véneno, 
‘ncoppa ‘a arena 
abbàllano ‘na tarantella.

Sole 
ca staje ‘lloco ‘ncoppa, 
ca mò scarfe ‘sta faccia,
‘a vocca mia 
e ‘ste ‘mmane ca cercano
‘o surriso ‘mmiez’’o blu 
ca nun fernesce maje…

Chillu surriso che è ‘o sujo…

‘O core mio sbatte pe 
chillu surriso d’’o mare, 
ca è nu volo dint’all’uocchie 
suje d’ammore, 
addò ogni ‘vvota 
io torno a nascere
e ‘mmoro pè ssempe…

GabriellaTomasino@DirittiRiservati

Vento che soffi

Vento che soffi 
porta via questo 
tormento mio,
che è nella mia anima 
di sale.

Queste mie onde, 
che vanno e vengono,
sulla sabbia 
danzano una tarantella

Sole che sei lassù 
che ora riscaldi 
questa faccia, 
la mia bocca 
e queste mani 
che cercano il sorriso 
tra il blu infinito.

Quel suo sorriso…

Batte il mio cuore 
per quel sorriso del mare, 
che è un volo dentro 
i suoi occhi d’amore, 
dove ogni volta nasco 
e muoio per sempre. 

GabriellaTomasino@DirittiRiservati

 

Tags

Guarda anche

Close
Close