Poesia

Come un cristallo

Come un cristallo

Quando mi abbraccia l’ignoto
e spunta il roseo vagito di un alba, 
ascolto il battito
di un desiderio intenso.

La lontananza incombe, 
respira il mio cielo;
la mia notte si incrina
sul passo del mio giorno.

Sei cuore rilucente e fragile
come un cristallo posto nel mio.
E davanti allo specchio di noi stessi 
le barriere sono cadute come petali 
scivolando piano piano tra le dita,
lasciando nude queste nostre anime.

Voli come un passero nella pioggia 
solo e stanco di un antico dolore,
tra il pudore e la paura di ferirti 
tra le spine del roseto. 

Ma ogni torpore è poi dimenticato
quando tra le tue braccia 
mi spogli come un fiore
vestendoti di me,
non ricordando più ieri né oggi 
e nemmeno il tuo domani.

GabriellaTomasino@DirittiRiservati

 

Guarda anche

Close
Close