Roma

Prostituzione – arrestati gli sfruttatori di Via Aurelia, due donne ed un uomo romeno – VIDEO

carabinieri polsi manetteL’uomo è stato fermato all’aeroporto mentre stata per imbarcarsi. Con se, aveva 10mila euro 

Roma, 7 ottobre –  Erano oltre 20 le  ragazze provenienti dall’est Europa, che si prostituivano lungo le strade statali Aurelia e Pontina. La loro presenza, però, non è passata inosservata ai Carabinieri della Stazione di Passoscuro che tra il febbraio e l’agosto 2015, hanno monitorato la situazione, accertando l’esistenza di un sodalizio criminale dedito al reclutamento, all’induzione e allo sfruttamento della prostituzione.

Nel corso delle indagini, i militari dell’Arma individuavano ed identificavano 6 uomini italiani, che sono stati arrestati in flagranza di reato per “favoreggiamento della prostituzione”.  Gli stessi, dietro corrispettivo, accompagnavano le ragazze sul luogo di lavoro, ragazze che quotidianamente erano costrette a versare agli  sfruttatori parte degli incassi del meretricio  nonchè,   settimanalmente, dovevano pagare una somma per l’occupazione delle piazzole ove esercitavano la loro attività.

Gli investigatori, supportati dalla tecnologia, sono riusciti ad effettuare pedinamenti, osservazioni e riprese audio-video nonchè acquisire  numerose ricevute relative all’invio di danaro da parte delle ragazze,   tramite servizi di money transfer, ai loro sfruttatori. Questo  ha consentito ai Carabinieri di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di un uomo, B.D., 25enne e due donne, M.A.R., 20enne e B.L.A. 23enne, tutti di nazionalità romena.

Il Pm,  Dott. Luigi Paoletti,  della Procura della Repubblica di Velletri, competente sul luogo ove  veniva concretizzato il reato, sulla scorta dell’informativa dei Carabinieri, ha avanzato richiesta al  Gip, ottenendolo, un provvedimento di custodia cautelare per i reati di “sfruttamento della prostituzione in concorso tra loro” a carico di B.D., M.A.R. e B.L.A.,

L’ordine  è stato eseguito stamane dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, comandata dal Capitano Piero Orlando, in collaborazione dei colleghi delle Compagnie Aeroporti di Roma e Anzio. Le due donne, anche loro prostitute, sono state bloccate una presso la propria abitazione e l’altra sul luogo di “lavoro”, lungo la S.S. 1 Aurelia, e poste a regime degli arresti domiciliari nelle proprie abitazioni.

{youtube}6dFxy15va8c{/youtube}

L’uomo, invece,   è stato fermato presso l’aeroporto “G.B. Pastine” di Ciampino, mentre stava per lasciare l’Italia, ed è stato trovato in possesso di circa 10.000 euro, che sono stati sequestrati quale verosimile provento dell’illecita attività da lui gestita. Per lui, si sono aperte le porte della casa circondariale di Civitavecchia. 

Back to top button