Roma

Italia Paese pericoloso per i turisti, ma i 10 borseggiatori arrestati ieri sono tutti stranieri

carabinieri polsi manetteRoma, 3  luglio – L’Italia continua a essere indicata come da evitare per i turisti, che vengono presi di mira dai ladri.

Al fine di tutelare la compromessa immagine del nostro Paese, il Comandante Provinciale dei Carabinieri  di Roma, Generale Salvatore Luongo,  ha predisposto l’intensificazione di servizi mirati a tale attività, sia nei luoghi di particolare presenza di turisti e pellegrini che sui mezzi pubblici.  Nel corso degli specifici servizi, nella giornata di ieri, sono stati operati 10  arresti, tutti di nazionalità straniera.

Questo ovviamente non significa che non abbiamo italiani ladri ma… 

I Carabinieri della Stazione Vittorio Veneto hanno arrestato un cittadino romeno di 15 anni, già con precedenti, sorpreso, all’interno di un treno della linea A della metropolitana, all’altezza della fermata “Repubblica”, subito dopo aver sfilato il portafoglio dalla borsa di una turista.

I Carabinieri della Stazione di Roma Macao hanno arrestato un 61enne cittadino cileno, già noto alle forze dell’ordine, che è stato sorpreso all’interno della hall di un hotel di via Cernaia dopo aver rubato il trolley di un turista.

All’interno di un bar di piazza Santa Maria Maggiore, i Carabinieri  della Stazione di Roma piazza Dante hanno arrestato  tre cittadini cileni, rispettivamente di 21, 26 e 35 anni, sorpresi mentre stavano tentando di impossessarsi del portafoglio di una turista giapponese.

All’altezza di Ponte Umberto invece, i militari della  Stazione  Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due cittadine romene di 33 e 37 anni, domiciliate presso campo il nomadi via Luigi Candoni, sorprese dopo aver sfilato il portafogli ad una turista austriaca. Gli stessi militari, hanno poi arrestato all’interno di un negozio di via del Corso, tre cittadini bulgari, tra cui due donne, rispettivamente di 20, 25 e 37 anni, tutti senza fissa dimora ed incensurati, subito dopo aver asportato con destrezza il portafoglio ad una turista italiana

In tutti i casi la refurtiva è stata recuperata dai  militari e riconsegnata ai legittimi proprietari mentre gli arrestati sono stati trattenuti in attesa del rito direttissimo.

Dovranno rispondere a vario titolo di tentato furto aggravato e furto aggravato.

Back to top button