Calcio

Serie A. Sant’Olsen

La Roma batte il Bologna ma dice grazie al suo portiere

Roma, 18 febbraio – Vittoria sofferta e di misura per la Roma, che sul proprio campo batte 2-1 il Bologna soffrendo molto più del lecito. Anzi, possiamo proprio dire che la sconfitta sta stretta ai rossoblu, che nel primo tempo sono stati fermati soprattutto da Olsen. Il portierone giallorosso che ha parato tutto quello che poteva mantenendo il punteggio sullo 0-0, aiutato anche dalla traversa, colpita da Soriano all’ultimo secondo del primo tempo. Ad inizio ripresa Di Francesco manda dentro El Shaarawy e porta più indietro Zaniolo e la musica cambia. La Roma si ritrova per un po’, giusto il tempo di portarsi sul 2-0 con un rigore di Kolarov e il gol di Fazio (l’ennesimo dei giallorossi su calcio d’angolo) e poi di ripiombare nell’oblio, tanto che ad una decina di minuti dalla fine Sansone rimette in discussione il risultato, che però non cambia più. Sono tre punti d’oro per la Roma, che si porta a +3 su Atalanta e Lazio e a -1 dal Milan. Al Bologna resta la soddisfazione di aver giocato bene, di aver portato il pressing alto come doveva, di aver fatto tutto quello che poteva fare, tranne il gol. Ma di fronte ad un Olsen così e ad un Manolas superlativo come quello di oggi, forse non avrebbe segnato nessuno.

Guarda anche
Close
Back to top button