Calcio

Serie A, 34° giornata: crollo Milan, ripresa Lazio.

L'Atalanta ha in mano il jolly Champions.

Roma, 28 aprile 2019

A cinque giornate dalla fine, dopo un sabato di conferme tecniche, anche le gare della domenica hanno ribadito uno stato di fatto.

Vittoria in trasferta del Napoli a Frosinone per 0-2, reti di Mertens e Younes, con ormai la quasi certificazione matematica dei ciociari per la retrocessione e due pareggi per 1-1 rispettivamente tra Chievo e Parma, Kucka e Meggiorini, e tra Spal e Genoa, Felipe e Lapadula.

Alle ore 18 la Lazio vìola il Ferraris contro la Sampdoria per 1-2, doppietta di Caicedo e Quagliarella, ritornando, almeno in teoria, in corsa per un posto Champions; primo tempo brillante dei biancocelesti che a dispetto delle perplessità iniziali, per le scelte di Inzaghi di alternare Immobile e Luis Felipe in luogo di Wallace e Caicedo, hanno annichilito i blucerchiati con due goals in meno di un quarto d’ora e con una manovra fluida e ficcante nello stesso tempo. La ripresa ha evidenziato una Lazio tesa ad un esasperato possesso palla, complice anche l’uomo in più per l’espulsione di Ramirez a fine primo tempo, con due pali di Romulo e Immobile e con una disattenzione di Acerbi in difesa che consente a Quagliarella di accorciare le distanze. Finale palpitante con qualche sbavatura ma alla fine vittoria in continuità dopo la conquista della finale di coppa Italia lo scorso mercoledì.

Alle 20,30 scontro diretto tra Torino e Milan con convincente vittoria dei granata per 2-0, Belotti su rigore e Berenguer, a fronte di un secondo tempo pieno di grinta con alcune giocate di ottimo livello e coi rossoneri sullìorlo di una crisi di nervi vista anche l’espulsione del capitano Romagnoli.

Lotta Champions apertissima con scontri diretti nelle ultime quattro giornate, mentre per la salvezza sembra abbastanza segnata la sorte dell’Empoli.

Domani completamento della 34° con Atalanta-Udinese e Fiorentina-Sassuolo.

Classifica dopo la 34° giornata:

Juventus, 88; Napoli, 70; Inter, 62; Roma, 58; Atalanta, Milan e Torino, 56; Lazio, 55; Sampdoria, 48; Cagliari e Fiorentina 40; Spal, 39; Sassuolo, 38; Parma e Bologna, 37; Genoa, 35; Udinese, 33; Empoli, 29; Frosinone, 23; Chievo, 15.

 

 

Back to top button