Dicembre

Almanacco del 21 dicembre 2014

OGGI

Domenica 21 Dicembre 2014

NASCE

1879: Joseph Stalin, dittatore

1892: Dame Rebecca West
(pseudonimo di Cicily I. F. Andrews), scrittrice femminista

1940: Frank Zappa, musicista

MUORE

1375: all’età di 62 anni Giovanni Boccaccio, poeta e scrittore
1824 : James Parkinson Medico, paleontologo e geologo britannico, 
nacque a Londra. Figlio del chirurgo John Parkinson, 
James studiò e si laureò alla “London Hospital Medical College”

1928: all’età di 78 anni Luigi Cadorna, militare.

Durante la sua vita militare il generale Cadorna si macchiò di gravi atti

di violenza arbitraria e gratuita ai danni dei propri soldati:

ordinò di sparare alle spalle dei soldati all’attacco perchè 
non tornassero indietro durante l’avanzata,

rifiutò di inviare aiuti e cibo per più di 100.000 
soldati italiani prigionieri di guerra, lasciandoli morire di stenti.

Il generale istituì la “decimazione” per imporre la propria autorità
e non esitò a far fucilare soldati

solo per dimostrare il proprio potere su di loro.

Ad un uomo come Cadorna sono dedicate strade e piazze.

Queste poche righe per non dimenticare

le sue vittime dimenticate dalla storia

1940: all’età di 44 anni Francis Scott Fitzgerald, scrittore

1945: all’età di 60 anni muore in un incidente stradale George S. Patton, 
generale dell’esercito americano durante la seconda guerra mondiale

ACCADDE

1913: il giornalista Arthur Wynne, di Liverpool, 
crea e pubblica sul giornale di New York
“New York World” il primo cruciverba della storia

1914: realizzato il primo lungometraggio cinematografico: 
“Tillie’s Punctured Romance”, i protagonisti sono

Marie Dressler, Mabel Normand e Charles Chaplin

1919: per favorire la sua campagna contro
i sovversivi J. Edgar Hoover, discusso capo dell’FBI, 
fa in modo che Emma Goldman, una ebrea femminista

di origine russa, nota per le sue battaglie per il controllo

delle nascite, già imprigionata per le sue manifestazioni

contro il coinvolgimento degli Stati Uniti nella

Prima Guerra Mondiale, venga arrestata e deportata in

Unione Sovietica con l’accusa di essere una comunista

1923: il Nepal diventa stato sovrano
(prima era un protettorato britannico)

1932: Fred Astaire e Ginger Rogers recitano insieme
per la prima volta nel film “Flying Down to Rio”

1933: la 20th Century Fox stipula un contratto con
l’attrice signs Shirley Temple che ha 5 anni

1937: la Disney presenta il primo lungometraggio a cartoni 
animati a colori e con sonoro. Il film è “Biancaneve”

1951: il campione di baseball Joe Di Maggio annuncia il suo ritiro

1962: Cuba e gli Stati Uniti raggiungono un accordo sul rilascio
dei prigionieri americani

catturati durante l’operazione denominata poi “Baia dei Porci”

1975: il Madagascar adotta la sua Costituzione

1979: lo Zimbabwe adotta la sua Costituzione

1989: il dittatore romeno Nicolae Ceausescu fa il suo ultimo
discorso pubblico: verrà giustiziato il 25 dicembre

1991: l’Unione Sovietica viene formalmente sciolta.

Undici dei 12 stati che la formavano firmano un trattato di

adesione ad un Commonwealth i cui stati membri conservano

la propria indipendenza

TEMPI ANTICHI

ROMA: Divalia vel Angeronalia

nel quinto giorno dei Saturnalia si celebravano i Divalia,

in onore della dea Angerona, divinità dei consigli,

del silenzio e dei segreti

LA CHIESA RICORDA

Santi

S. Pietro Canisio, S. Anastasio II il Giovane,

S. Baudacario, Ss. Giovanni e Festo, S. Glicerio

Onomastica

Anastasio – Anastasia

Un nome appartenente all’onomastica cristiana, 
deriva dal greco anastasìs, “resurrezione”.

Molto diffuso nel Medioevo è oggi in declino sia nella
sua forma maschile che in quella femminile.

Onomastico:

Anastasio: 21 Dicembre

Anastasia: 25 Dicembre

PROVERBIO

Se non hai pronto ingegno e mente chiara,

lascia lo studio e un mestiere impara

AFORISMA

È meglio fare e pentire,

che starsi e pentirsi.

(Giovanni Boccaccio)

LINGUAGGIO DEI FIORI

Il significato di Garofani rossi (un mazzo) è…

A una persona malata

LATINO IN USO

Quot capita, tot sententiae

od anche “tot capita, tot sententiae”,

è una locuzione latina, il cui significato letterale è:

Quante (sono) le teste, altrettanti (sono) i giudizi“.

È una locuzione ispirata ad una frase attribuita al commediografo

romano Terenzio (190-185 a.C. circa – 159 a.C.), che nel Formione

(datato 161 a.C.) scrisse: «Quot homines, tot sententiae» (verso 454).

Il senso della massima evidenzia che ciascun individuo possiede

la propria personale opinione ed il proprio gusto personale,

i quali difficilmente riescono a collimare con quelli altrui.

MODI DI DIRE

mandar giù

sopportare, subire qualcosa di spiacevole senza poter reagire,

riferito in particolare a offese, torti, maltrattamenti e simili.

LEGGI STRANE

Alabama

È illegale indossare baffi finti che

facciano ridere gli altri in chiesa;

 

Guarda anche
Close
Back to top button