Dicembre

Almanacco del 17 dicembre 2014

OGGI

Mercoledì, 17 dicembre

NATI

1749 – Domenico Cimarosa, compositore italiano

1908 – Willard Frank Libby, scienziato statunitense premio Nobel per la chimica

1936 –  Papa Francesco, all’anagrafeJorge Mario Bergoglio,

MORTI

1832 – Francesco Luigi Gonzaga, governatore e podestà di Mantova

2010 – Dick Gibson, pilota automobilistico britannico

ACCADDE

1843 – La casa editrice Chapman & Hall pubblica la prima edizione del Canto di Natale di Charles Dickens

1903 – Primo volo a motore dei fratelli Wright

1938 – Scoperta della Fissione nucleare dell’Uranio da parte di Otto Hahn (Premio Nobel 1944).

1961 – Incendio nel Gran Circus Americano nella città di Niteroi, Rio de Janeiro, in Brasile, la più grande tragedia nella storia del circo.

1973 – L’ American Psychiatric Association toglie l’omosessualità dalla sua lista di malattie mentali

1989 – Il Brasile tiene le sue prime elezioni libere in 25 anni

1989 –  I Simpson debuttano negli Stati uniti in episodi di mezz’ora in prima serata, sulla rete Fox

1999 – L’assemblea generale delle Nazioni Unite approva la risoluzione 54/134 che designa il 25 novembre come annuale                 Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

2003 – Primo volo supersonico della Space Ship One

LA CHIESA RICORDA

Santi

San Lazzaro Vescovo

Santa Olimpia – vedova di Costantinopoli

Onomastica

Olimpia – Significa: che abita nell’Olimpo. Santa Olimpia vedova è vissuta a Costantinopoli tra il 368 e il 409. Fu discepola di San Giovanni Crisostomo.
Lazzaro: In ebraico Eleazar significa colui che è assistito da Dio. San Lazzaro di Betania, fratello di Marta e di Maria, fu resuscitato da Gesù. Perseguitato dagli ebrei perché cristiano, secondo la leggenda si trasferì in occidente. La sorella Maria Maddalena si ritirò ai piedi del Ventasso, Lazzaro si recò in Francia ove divenne vescovo.

Onomastico

17 dicembre

PROVERBIO

Dicembre

piglia e non rende.

AFORISMA

“Tutti coloro che sono incapaci di imparare si sono messi ad insegnare.”

Oscar Wilde

TEMPI ANTICHI

ROMA: Saturnalia: I Saturnali sono un ciclo di festività della religione romana, dedicate all’insediamento nel tempio del dio Saturno e alla mitica età dell’oro; si svolgevano dal 17 al 23 (periodo fissato in epoca imperiale da Domiziano).

I saturnali avevano inizio con grandi banchetti, sacrifici, in un crescendo che poteva anche assumere talvolta caratteri orgiastici; i partecipanti usavano scambiarsi l’augurio io Saturnalia, accompagnato da piccoli doni simbolici, detti strenne.

LINGUAGGIO DEI FIORI

Anemone

Per la sua caducità simboleggia i sentimenti effimeri, il senso di abbandono e l’amore tradito, ma anche la speranza e l’attesa. Da regalare per dire: mi trascuri, torna da me. Non solo ad un amore ma anche ad un amico e un parente.

PERCHÉ SI DICE

Perché si dice “cin cin” quando si brinda?

Dal cinese ch’ing ch’ing, che significa “prego, prego”, una formula cortese di ringraziamento, si passa a chin chin, il corrispettivo inglese portato in Europa proprio dai marinai britannici e veniva usato per salutarsi in via confidenziale, per augurarsi una buona giornata, per scambiarsi cordialità. 

Questo modo di dire arrivò naturalmente anche nei porti italiani e il suo suono traduceva talmente bene in modo onomatopeico quello dei bicchieri che si toccano per il classico brindisi, che venne subito adottato dalla nostra cultura.

 

 

Guarda anche
Close
Back to top button