Tematiche etico-sociali

Matrimoni in spiaggia a Fiumicino

Istituito l’elenco dei luoghi dove si potranno celebrare i matrimoni civili.

Fiumicino, 3 giugno – Una recente delibera di Giunta ha deciso che da oggi sarà possibile coronare il sogno d’amore in riva al mare, ma anche all’interno di parchi, castelli e agriturismi.

Finora, la possibilità di sposarsi in luoghi aperti al pubblico, era stata limitata dall’applicazione dell’articolo 106 del codice civile laddove prevedeva le celebrazioni dei matrimoni civili nella casa comunale.

Grazie all’intervento del Ministero dell’Interno (circolare n.10/14)  e del Consiglio di Stato (parere n.196/14) è stata data un’interpretazione della stessa norma adeguandola all’evoluzione del costume e della società che ha attenuato la sacralità della celebrazione avvicinandola alla”mondanità”, vincolandola, però, all’individuazione di aree nella disponibilità del Comune da destinare permanentemente a tali scopi.

Lo stesso possono fare i privati, proponendolo al Comune.

Fiumicino, in tal senso, ha indetto un avviso pubblico, invitando i concessionari di demanio marittimo, i proprietari di castelli o dimore di interesse storico-artistico, parchi e agriturismi, a presentare la propria domanda di iscrizione nell’elenco dei siti dove sarà possibile celebrare i matrimoni civili.

L’area minima da mettere a disposizione dell’Ufficiale di Stato civile non deve essere inferiore a 25 mq.

Le tariffe per i matrimoni saranno di 500 euro per i residenti nel Comune di Fiumicino e di 1000 euro per i non residenti. Rimane gratuita la possibilità di sposarsi nella sede Comunale centrale.

Tags
Close