Spettacolo

DALLE LUCI DELLA RIBALTA ALLE STRADE DEL MONDO

null

RAI2 il 7 e 14 giugno presenta in prima serata MASTERS OF MAGIC due puntate dedicate al mondo dell’illusionismo condotte da Jessica Polsky e Raul Cremona. Due serate definite “leggendarie” dal presidente di Masters of Magic Walter Rolfo, il volto e l’ideatore delle più grandi produzioni televisive di magia.
Otto artisti si sfidano in una gara a eliminazione che porterà all’elezione del Campione Italiano di magia.
Nella puntata del 14 giugno maghi di fama mondiale stupiranno per la loro bravura: Cyril Takayama, Peter Marvey, Brett Daniels, Tony Chapek, Roy Davenport, Pilou, Aaron Crow, Arno e Vito Lupo formidabile artista newyorkese, campione del mondo e maestro del più giovane mago d’Italia, Luca Lux che realizza il sogno di esibirsi al loro fianco dopo aver vinto l’ambitissimo titolo di Campione italiano di magia juniores a Saint Vincent.
Il personaggio che Luca Lux propone nella sua performance originale, frizzante e ricca di ritmo è quello di un teenager che in mezzo al traffico della giungla metropolitana non usa la velocità, ma la magia. I suoi poteri lo proteggono dalle insidie della città: sorpreso e distratto, scivola lungo i marciapiedi e tra le lamiere delle macchine. Si diverte a cavallo della sua bmx piena di sorprese, nel suo zaino colori e fantasia, tra le mani il suo i-pod che riesce sempre a fargli trovare, con la musica giusta, la strada giusta!
I numeri di magia della serata verranno presentati per la prima volta in Italia ad un pubblico televisivo così numeroso da convincere RAI2 a trovare uno spazio in prima serata per questo evento di portata internazionale.
Anche dal mondo più impegnato nel sociale, apparentemente lontano dai “depensamenti” della magia, arrivano segni incoraggianti.
Il Vescovo ausiliare de L’Aquila, padre Giovanni d’Ercole che, partito dall’esperienza di vicedirettore della sala stampa vaticana, è oggi considerata la figura ecclesiale che come nessun altro conosce il mezzo televisivo e l’universo giovanile, ha chiesto a Luca Lux di rendersi disponibile per un grande evento di spettacolo che serva ad aprire i cuori ed infiammare le menti per il sostegno di nuovi progetti di solidarietà, con particolare riferimento alla città de L’Aquila, dilaniata da un terremoto che non ha ancora finito di produrre dolore.
D’altronde fulgidi esempi non mancano nell’universo cattolico: Don Bosco, per avvicinare i giovani, aveva aperto a Torino uno dei più importanti laboratori di illusionismo ed oggi, alcuni sacerdoti (fra i quali Mago Sales maestro del celebre Arturo Brachetti) praticano forme di “street magic” per agganciare nelle strade coloro che vivono dispersi nella disperata emarginazione urbana e nell’anonima dissipazione della propria dignità di esseri umani in balìa di alcool e droga.
Se, come dice Luca Lux, la vera magia è far credere che nella vita la magia esiste, tanti uomini potrebbero ritrovare in questi giochi la scintilla di un momento che li riconnetta al senso della vita.
La magia non è solo la patina lucida di un teatro delle apparenze, ma un sentiero per calarsi nelle tragedie dell’altro.
Luca Lux non rinuncerà a donare se stesso in questa missione. Ha lanciato un appello a tutti coloro che praticano la sua stessa arte magica nei territori diventati teatri di guerra del mondo, per ritrovarsi in un grande appuntamento in cui le luci dello spettacolo ed il fuoco della magia prendano il posto del fuoco e delle luci delle armi.
Intanto, continua ad inforcare la sua bicicletta di scena per cercare di diffondere la cultura e la pratica di una mobilità sostenibile in città in cui i morti per i residui della combustione degli idrocarburi sono le vittime di una guerra mai dichiarata. I Sindaci di alcune città lo hanno adottato come loro mascotte per promuovere iniziative a sostegno di una mobilità urbana senza motori a scoppio.
Da Las Vegas e dalle luci della ribalta alle strade del mondo: il percorso non è così lungo. Come dice Luca Lux, che sembra avere molto più dei suoi 15 anni, “quel che mi interessa veramente non sono le luci della ribalta, ma le luci delle strade del mondo, quelle della vita di tutti i giorni in cui si fanno le storie degli uomini che non hanno palcoscenico. Cercare, con la nostra arte scenica, di dare voce a questa umanità è la vera magia!”.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button
Close