Cinema - NEWS FROM HOLLYWOOD by STELLA S.

USC Scripter Awards 2017- INTERVISTE E FOTOGRAFIE IN ESCLUSIVA

1 Stella e fencedalla nostra corrispondente da Los Angeles, Stella S.

Los Angeles, 15 febbraio 2017 – Lo Scripter Awards di quest’anno ha visto sfilare sul red carpet  autori e sceneggiatori, molti dei quali nominati per 89esima edizione dell’Academy Awards  per la migliore sceneggiatura adattata, “Hidden figures” “Fences” , “Moonlight”, “Arrival”, “Lion”.

Abbiamo intervistato il Presidente della Writers Guild of America, West, Howard A. Rodman, lui stesso autore e sceneggiatore, ha scelto i partecipanti alla giuria  dai quali dipende la scelta dei vincitori che per il secondo anno consecutivo hanno votato anche per le serie televisive nominate.

Era presente sul red carpet Saroo Brierley con la madre adottiva Sue. Dall’ autobiografia  scritta da Saroo “A Long Way Home” è stata scritta la sceneggiatura di “Lion”, il film interpretato da Davel Patel e Nicole Kidman.  Film, attore e sceneggiatura sono nominati per l’Academy Awards. Saroo ci ha assicurato come il film “Lion” sia fedele all’avventura della sua vita e come sia stata indescrivibile la sensazione provata al suo incontro con la madre dopo 25 anni di lontananza. La madre adottiva Sue ci ha raccontato d’aver supportato il desiderio di Saroo di riuscire a riabbracciare i suoi cari e tornare nel paese dove era nato.  Lei e il marito erano desiderosi di adottare dei bambini nonostante le difficoltà da affrontare e Saroo, dall’India è arrivato in Australia, nella nostra famiglia. “Quando ho visto il villaggio dove per pochi anni era cresciuto” – ci ha detto Sue – “ho capito le difficoltà vissute da Saroo nel cambiamento di cultura e riadattamento. Nicole Kidman ha interpretato nel film “Lion” la mia parte in modo stupendo, avendo provato la mia stessa esperienza adottando dei figli.. Sono felice nel vedere Saroo vivere questo momento di notorietà per la storia della sua vita che lo ripaga delle sofferenze del passato.

Margot Lee Shetterly può essere veramente soddisfatta considerando come il suo libro “Hidden Figures” abbia non solo ottenuto un successo di vendite e d’incassi nelle sale cinematografiche ma è stato nominato per l’Academy Awards come miglior sceneggiatura adattata, come miglior attrice non protagonista con l’interpretazione di Octavia Spencer e miglior film. Margot, oltre ad essere simpatica e disponibile, spiega come ancora non le sembri vero che, dall’idea nata sei anni fa, abbia trovato un editore e il libro sia diventato un film nominato per L’Academy Awards e anche lei parteciperà alla serata degli Oscar. La storia l’ha sviluppata per l’esperienza del padre impegnato come scienziato alla NASA, la sua vita e la collaborazione nel lavoro con donne di colore. Nei suoi racconti ho trovato lo spunto per il mio libro ora tradotto anche in italiano, con il titolo “Il Diritto di Contare”. Abbiamo chiesto al marito di Margot, Aran Shetterly, scrittore, se non ci sia competizione tra loro. “Assolutamemte no, anzi ci aiutiamo e confrontiamo. Qualche volta ci sono dei battibecchi tra noi, ma è normale in una coppia e lei ha sempre la meglio!!! La bellezza del successo del libro di Margot è l’interesse degli studenti per aver scoperto, ora, situazioni che mai avrebbero immaginato. Gli abbiamo chiesto cosa sta scrivendo. “Ho terminato il mio libro sulla rivoluzione cubana ed ora ne preparo uno sulla rivoluzione negli Stati Uniti.”

Costanza Romero, vedova del famoso scrittore August Wilson, ci ha spiegato come il marito abbia pensato a Fences per spiegare alla nuova generazione le difficoltà subite dagli afro-americani e il desiderio  del protagonista di evitare al proprio figlio umiliazioni inutili. August, poteva essere un uomo determinato e testardo, ma aveva un cuore tenero e la gioia di vivere nel corpo. Noi abbiamo avuto una figlia ora diciannovenne…. ed ha preso tutto il carattere di August. Sono felice per le nomination ricevute  da  “Fences”: Miglior film, attori, sceneggiatura adattata… non mancherò alla serata dell’Academy Awards.

Abbiamo incontrato, Eric Oleson, screenwriter nominato per “Man In The High Castle” seconda serie. Ci ha detto di aver trovato un gran support per la stesura del suo lavoro, specialmente perchè scrivendo per la televisione, c’è molta più libertà e meno stress.

Scott Alexander e Larry Karaszewski  nominati  per “The People V. O.J. Simpson”, sono stati i vincitori dello Scripter Awards 2017 per la serie televisiva mentre “Moonlight” ha vinto come miglior sceneggiatura adattata da Barry Jenkins , basata sulla piece teatrale di Tarell Alvin McCraney,  Moonlight Black Boys Look Blue

Larry Karaszewski  con la moglie Emily, sul red carpet abbiamo chiesto ad Emily che difficoltà si hanno ad aver sposato uno scrittore. Ci ha risposto Larry dicendo che la moglie legge per prima le sue sceneggiature, lui le sottopone ogni pagina e lei sottolinea le parti non soddisfacenti, si legge anche più di duecento pagine. Mi fido assolutamente di lei ed il risultato del mio lavoro è l’aiuto speciale del suo intuito!!!.

 INTERVISTE ESCLUSIVE

{youtube}FhJA1t_2HGY{/youtube}

GALLERIA FOTOGRAFICA

{youtube}AFFQFsKM2sk{/youtube}

Tags
Back to top button
Close