Scienza

IL PIEDE DIABETICO

 Con sempre maggior frequenza, sentiamo parlare di complicanze del diabete mellito ed in particolare del “piede diabetico”.

Se non costituisse un serio problema sanitario, nel sentirlo dire, verrebbe da sorridere pensando ad uno scherzo ma, purtroppo, non lo è.

Allora, per capire questa diagnosi, ci siamo rivolti al Dott. Nicola Locuratolo, medico Endocrinologo del Servizio di Diabetologia  del Raggruppamento Medico della Casa di Cura Villa Tiberia, con sede in Roma, via Emilio Praga 26, tel. 06/820901, convenzionata con il S.S.N.,  che ci spiega:  Il diabete mellito rappresenta, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una delle grandi emergenze mediche dei prossimi dieci anni. L’aumento di questa patologia comporterà anche un aumento delle sue complicanze croniche. Tra quelle più frequenti e a maggiore impatto sulla qualità di vita sono quelle a carico degli arti inferiori che vanno sotto la dizione di piede diabetico. ( Dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno stimato in oltre 300 milioni il numero di diabetici nel 2025 rispetto ai 120 milioni calcolati nel 1996: stime di questa patologia dicono che circa il 15% dei diabetici andrà incontro nella vita a un’ulcera del piede che richiederà cure mediche).
La definizione di piede diabetico comprende tutte le modificazioni anatomo-funzionali derivanti dall’arteriopatia obliterante degli arti inferiori (con notevole riduzione dell’afflusso di sangue alle estremità) e/o alla neuropatia diabetica che provoca principalmente una riduzione della sensibilità termica e dolorifica. Per tali motivi si possono instaurare facilmente ulcere di difficile guarigione, spesso infette, e deformità del piede di differente gravità.
La popolazione diabetica è esposta a un rischio di subire un’amputazione di circa 20 volte superiore alla popolazione non diabetica e circa il 90% di queste sono iniziate con alterazioni anche banali del piede.
La riduzione delle amputazioni è uno degli obiettivi fondamentali per arrivare ad ottenere una cura ottimale della malattia diabetica; per raggiungere questo obiettivo è necessario fornire una risposta adeguata che poggia sue due cardini:
1)    Attuare programmi di screeningsu tutta la popolazione diabeticaper la prevenzione dell’insorgenza delle patologie degli arti inferiori (visita con un diabetologo e un podologo con cadenza almeno annuale) e rispettare le regole della tabella:
Regole per la prevenzione delle lesioni ai piedi
Ispezione e igiene accurata ogni giorno dei piedi;
Prima dell’utilizzo di acqua per gli arti inferiori controllare la temperatura con un termometro o con il gomito per evitare ustioni;
Asciugare bene e delicatamente;
Calzare sempre le scarpe con calze che non stringano e cambiarle ogni giorno;
Se la cute del piede e delle gambe è secca utilizzare creme specifiche;
Le callosità non devono essere curate concallifughi e/o oggetti taglienti;
Il taglio delle unghie deve essere fatto con forbici a punte smusse e arrotondate con una lima di cartone;
Non camminare mai a piedi scalzi;
Divieto di utilizzo di fonti di calore dirette (borse di acqua calda, camino, calorifero, etc.);
Calzare scarpe comode con punta rotonda e tacco non superiore ai 4 centimetri;
In caso di scarpe nuove controllare accuratamente i piedi dopo alcuni minuti di cammino.
 
2)    Una volta comparse lesioni essere seguiti da centri specialistici multidisciplinari (chirurgia vascolare, radiologia interventistica, chirurgia ortopedica) coordinati da un diabetologo e con l’ausilio di podologi esperti in questo campo, equipe questa costituita nella nostra struttura sanitaria.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button