Politica

Arriva la “Leopolda” della destra moderata

Parisi BelusconiMilano, 11 settembre – Stefano Parisi non molla e dal mancato seggio a sindaco di Milano  passa all’azione con la convention del 16 e 17 settembre,  nel capoluogo lombardo, per dar voce alla “Leopolda”  della destra moderata con lo scopo di contribuire , come  spiegato da Parisi, alla costruzione di un programma liberal popolare, concreto e vincente, la cui definizione è preliminare a qualsiasi altro discorso.

Parisi non immaginava come questo evento atto a rigenerare  il centrodestra   potesse avere un riscontro tale per cui la sede, a pochi giorni dalla convention, non sarà in grado d’ ospitare il numero  crescente degli iscritti  e partecipanti .

Le continue disillusioni  degli italiani  dovute ai  suoi rappresentanti  politici, ora,  sono pressanti.

Il popolo  italiano, perfetto nel  lamentarsi ma incapace di passare a risposte concrete … e come  in una  canzone  di Gaber … “E l’Italia giocava alle carte – e parlava di calcio nei bar – e rideva e cantava…”,  è in cerca di una figura portante in grado di  raccogliere i cocci di inconsistenti  promesse  che hanno allontanato gli elettori dalle urne.  Di chi ci si deve fidare in un Paese dove  il rappresentante politico può fare “il salto della quaglia” e transitare con lo schieramento opposto senza risponderne agli elettori, in  un’Italia  sommersa da una burocrazia infinita nella quale i giovani non trovano sbocco.

Nei corsi e ricorsi della storia infinita, i modelli dei ” Tea Party” americani  hanno ispirato  anche Berlusconi  a cui necessita una sferzata  di vento nuovo per rilanciare  entusiasmo  per “Forza Italia”.  Parisi è il candidato giusto, capace, energetico, credibile  e… con molti nemici…

 

Tags
Back to top button
Close