Politica

CARCERI GESTITE DAI CLAN?

Mentre eravamo tutti intenti a preoccuparci di tassisti, crociere e forconi, cosa ti infilano nel decreto “liberalizzazioni” i nostri amici seduti al governo?  Una ventina di righe all‘art. 44, che ancora nessuno ha letto e di cui nessun giornale ha fatto ancora parola.

Il provvedimento si chiama Project financing per la realizzazione di infrastrutture carcerarie. Non solo si permette ai privati di costruire le carceri, ma si scrive nero su bianco che: al fine di assicurare il perseguimento dell’equilibrio economico- finanziario dell’investimento, al concessionario è riconosciuta, a titolo di prezzo, una tariffa per la gestione dell’infrastruttura e per i servizi connessi, ad esclusione della custodia.
Questo significa che la gestione carceraria, escluse le guardie, è affidata a privati imprenditori. Riuscite ad immaginare cosa significa ciò in Italia, con infiltrazioni mafiose a tutti i livelli ed in special modo nell’edilizia? Che le carceri saranno gestite dai delinquenti. Quelli di serie A, naturalmente, perchè quelli di serie B saranno il “prodotto”, ovvero coloro su cui si farà business. Un tot a carcerato.
E il carcere, naturalmente, dovrà essere sempre pieno altrimenti non conviene.
Il concessionarionella propria offerta deve prevedere che le fondazioni di origine bancaria contribuiscano alla realizzazione delle infrastrutture di cui alcomma 1, con il finanziamento di almeno il 20 per cento del costo di investimento.
In soldoni è fatto obbligo di far partecipare le banche alla spartizione della torta. Torta di denaro pubblico, perché è sempre lo Stato che paga. A meno che non si voglia far lavorare gratis i detenuti, in concorrenza con le aziende, e con il compenso intascato dall’“imprenditore carcerario”.
Un provvedimento del genere avrebbe meritato un dibattito pubblico in un “Paese normale”. Che una simile cessione di democrazia, di controllo e di liberta da parte dello Stato dovrebbe essere ben conosciuta dall’opinione pubblica, e non infilata di soppiatto tra gli articoli mentre il gregge è distratto a pensare ai taxi.
 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button