Cronaca

Molesta sessualmente la cassiera e poi rapina il bar

Roma, 15 novembre – V.G.M aveva passato il pomeriggio bevendo birra nel bar di via Carcaricola, nella zona di Torrenova.

L’uomo, 30enne romeno, dapprima aveva cominciato col fare dei complimenti alla barista poi, con il trascorrere delle ore, i suoi comportamenti erano sempre più audaci finchè, approfittando del fatto che nel locale non c’era nessuno, passava a vie di fatto. Avvicinatosi alla donna, e contro la sua volontà, la stringeva a sé con violenza, palpeggiandola ripetutamente nelle parti intime e simulando atti sessuali.

Il proprietario dell’adiacente negozio, accortosi di quanto stava avvenendo, chiamava il “113”, denunciando quanto si stava verificando intervenendo personalmente in difesa della barista.

L’aggressore desisteva dalla violenza e, aperto il registratore di cassa, si impossessava di 150 euro, scappando velocemente a bordo della sua autovettura.

Subito dopo, giungeva l’autoradio del Commissariato Casilino che, ascoltata la vittima ed il teste, forniva via radio la descrizione, targa e mezzo con il quale il romeno si era allontanato.

La nota di ricerca, diramata dalla Sala Operativa della Questura, permetteva  di rintracciare il responsabile sul Grande Raccordo Anulare nei pressi dell’uscita Casilina.

Il malvivente, perquisito, veniva trovato in possesso delle banconote appena rapinate nel bar.

Accompagnato negli Uffici di Polizia, V.G.M. veniva arrestato per i reati di “rapina aggravata e violenza sessuale” e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Back to top button