Roma

Ardea – Accoltellamento nella notte fra italiani. Arrestato l’autore

cc arrestatoLa vittima è ricoverata in prognosi riservata.

Ardea (Rm) 9 agosto – Erano le 22 circa di ieri, quando un gruppo di amici era fermo davanti ad un bar di via Gorizia. Sopraggiungeva un’autovettura dalla quale scendeva  un uomo il quale si avvicinava a E.Q., un 31enne  residente ad Ardea, già conosciuto alle forze dell’ordine. Dopo uno scambio di parole, il nuovo giunto colpiva E.Q. con numerose coltellate al torace ed all’addome, che si accasciava. Subito dopo, l’aggressore risaliva in macchina e si allontanava velocemente.

I presenti prestavano soccorso  alla vittima, già privo di sensi, trasportandolo alla vicina  clinica Sant’Anna di Pomezia. I sanitari, data la gravità delle ferite,  lo giudicavano  in codice rosso trasferendolo  tramite “118” al “San Camillo” di Roma  dove veniva sottoposto ad intervento chirurgico  ricoverandolo  in prognosi riservata.

Nel frattempo scattavano le indagini dei Carabinieri della Tenenza di Ardea, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo  della Compagnia Carabinieri di Anzio, comandata dal Maggiore Ugo Floccher.

Gli investigatori, sulla base delle immagini di alcune telecamere presenti nella zona dell’aggressione  e alle dichiarazioni dei testimoni,  identificavano l’accoltellatore per   G.Z., 36enne originario di Palermo ma residente ad Ardea, anch’egli conosciuto dalle Forze dell’Ordine.

Le immediate ricerche diramate di G.Z. consentivano ai militari dell’Arma di rintracciarlo  alcune ore dopo,  a bordo della sua autovettura e non lontano dalla propria abitazione.

Nel frattempo, G.Z.  si era disfatto dell’arma utilizzata colpire E.Q. ed aveva cambiato vestiario  ma i Carabinieri rinvenivano  sull’autovettura evidenti tracce di sangue sia all’interno dell’abitacolo  che sulla carrozzeria, riconducibili alla vittima.

Mentre l’autovettura ed i vestiti venivano  sequestrati, G.Z.  è stato arrestato per rispondere dell’accusa di “tentato omicidio” e  trasferito nel carcere di Velletri su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri dovranno ora accertare le motivazioni del grave gesto.

Questa notte, i Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno arrestato un 36enne del posto, originario di Palermo e già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio.

Intorno alle 22:00 di ieri, l’uomo è giunto a bordo della propria auto nei pressi di un bar di via Gorizia, si è avvicinato alla vittima, un 31enne anch’egli residente ad Ardea e già conosciuto alle forze dell’ordine che si stava intrattenendo con alcuni amici, e dopo un brevissimo scambio di parole lo ha colpito varie volte al torace e all’addome con un coltello.

Subito dopo è scattata la fuga in auto. Il 31enne, privo di sensi, è stato portato dai suoi amici alla clinica Sant’Anna di Pomezia: qui, i sanitari lo hanno giudicato in codice rosso e, vista l’entità delle ferite riportate, ne hanno disposto il trasferimento tramite “118” al “San Camillo” di Roma, dove si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata a seguito di intervento chirurgico.

I Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno immediatamente avviato le indagini sul caso e le ricerche del fuggitivo che, grazie alle immagini di alcune telecamere presenti nella zona dell’agguato e alle dichiarazioni dei testimoni,  è stato rintracciato alcune ore dopo a bordo della sua autovettura non lontano dalla propria abitazione.

Il 36enne, nel frattempo, si era disfatto dell’arma utilizzata nell’aggressione e aveva cambiato vestiario, ma i militari hanno rinvenuto evidenti trace di sangue sia all’interno dell’abitacolo, sia all’esterno, riconducibili alla vittima.

L’auto è stata sequestrata mentre l’aggressore è stato portato nel carcere di Velletri su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono tuttora in corso gli accertamenti dei Carabinieri finalizzati all’esatta ricostruzione dei motivi che hanno spinto l’arrestato a compiere il grave gesto.

Ardea – di fronte al bar scende dall’auto e accoltella un 31enne.

Arrestato nella notte dai carabinieri.

La vittima e’ ricoverata al “san camillo” in prognosi riservata.

Ardea (Rm) – Questa notte, i Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno arrestato un 36enne del posto, originario di Palermo e già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio.

Intorno alle 22:00 di ieri, l’uomo è giunto a bordo della propria auto nei pressi di un bar di via Gorizia, si è avvicinato alla vittima, un 31enne anch’egli residente ad Ardea e già conosciuto alle forze dell’ordine che si stava intrattenendo con alcuni amici, e dopo un brevissimo scambio di parole lo ha colpito varie volte al torace e all’addome con un coltello.

Subito dopo è scattata la fuga in auto. Il 31enne, privo di sensi, è stato portato dai suoi amici alla clinica Sant’Anna di Pomezia: qui, i sanitari lo hanno giudicato in codice rosso e, vista l’entità delle ferite riportate, ne hanno disposto il trasferimento tramite “118” al “San Camillo” di Roma, dove si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata a seguito di intervento chirurgico.

I Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno immediatamente avviato le indagini sul caso e le ricerche del fuggitivo che, grazie alle immagini di alcune telecamere presenti nella zona dell’agguato e alle dichiarazioni dei testimoni,  è stato rintracciato alcune ore dopo a bordo della sua autovettura non lontano dalla propria abitazione.

Il 36enne, nel frattempo, si era disfatto dell’arma utilizzata nell’aggressione e aveva cambiato vestiario, ma i militari hanno rinvenuto evidenti trace di sangue sia all’interno dell’abitacolo, sia all’esterno, riconducibili alla vittima.

L’auto è stata sequestrata mentre l’aggressore è stato portato nel carcere di Velletri su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono tuttora in corso gli accertamenti dei Carabinieri finalizzati all’esatta ricostruzione dei motivi che hanno spinto l’arrestato a compiere il grave gesto.

Tags
Back to top button
Close