Tennis

Tennis con Jannik Sinner e ciclismo  sugli scudi

Italia top a tutti i livelli

Roma, 4 ottobre 2021 – Tennis e ciclismo sugli scudi. Un altra domenica gloriosa per lo sport italiano nel mondo.

La regalano: il tennis (da Sofia) con il quarto titolo ATP (il circuito top) conquistato da Jannik Sinner; e il  Ciclismo con Sonny Colbrelli e Gianni Moscon eroi della Parigi-Roubaix.

Si trattava dei due eventi sportivamente più rilevanti della giornata internazionale. L’Italia vi ha messo il suo timbro.

Anche la seconda impresa sportiva italiana della domenica si è consumata all’estero, in Bulgaria, in occasione della finale del Torneo ATP 250 Open di Sofia.

Il più importante di Tennis del momento.

Il ciclismo è lo sport simbolo della fatica umile e del sacrificio.

Il Tennis è lo sport “aristocratico” per antonomasia. Un attività riservata ai benestanti. In cui girano tanti soldi.

Non è esattamente così. Quello con la racchetta è uno sport universale che si pratica anche nelle piccole isolette caraibiche come quelle di cui è originario Gael Monfils, migliore tennista francese.

È lui , martinicano-parigino – numero sei al mondo 5 anni fa – che ha affrontato Jannik Sinner nella finale di Sofia.

Di fronte numero Numeri 1 e 2 del seeding del Torneo. Attualmente, nel caos dei conteggi punti del ranking mondiale, fra i primi 20 tennisti del mondo.

Monfils è uno sportivo nato, un autentico signore della racchetta, pronto a riconoscere i meriti dell’avversario ed a congratularsi con lui.

A 36 anni mantiene tutto il valore dell’esperienza e di una condizione tecnica eccellente, per potenza e velocità

Jannik Sinner è il vero enfant prodige del tennis Mondiale. Il ventenne rosso ragazzo di San Candido fra le nevi bolzanine, ha dietro di se il successo di 4 titoli ATP di rango mondiali.

Il francese ne ha conquistati 10 in carriera.

Sul campo di Sofia il match ha vissuto due set simmetrici.

L’alto atesino, strappa il servizio all’avversario nelle prime battute.

Entrambi praticano un tennis tecnicamente e agonisticamente ad alto livello.

Sinner qualcosa di più. Il pubblico applaude e si diverte.

Jannik porta a casa il match in due set 6-3, 6-4.

E riceve i primi complimenti proprio da Monfils che alla vigilia aveva dichiarato:
“Beata Italia che dispone di due autentici giovani fenomeni: Jannik Sinner e Matteo Berrettini . Entrambi fra i primi dieci al mondo in questa stagione!”.

Se lo dice un francese …..

 

 

 

 

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button