Tennis

Internazionali di tennis Bnl d’italia: tra le azzurre avanti solo la Errani!

Nadal va avanti con meno fatica. Fuori Sharapova e Wawrinka.

Roma, 16 maggio – Anche ieri al Foro giornata caratterizzata dal vento, ma in misura minore rispetto al giorno precedente. Il sole è stato decisamente più presente ed ha consentito di far registrare ancora una volta il record di presenze. Ma il maggiore interesse non è scaturito solo dalle migliori condizioni metereologiche, ma anche dal fatto che il turno degli ottavi di finale è senz’altro quello più appetibile. Gli intenditori di tennis possono gustare degli incontri di alto livello tecnico e vedere i giocatori più avanti nel ranking ATP e WTA. Per quanto riguarda i risultati sia nel torneo maschile che in quello femminile non sono mancate le sorprese.

Nel torneo maschile grande delusione per la prematura uscita dello svizzero Wawrinka (#3) che si è praticamente arreso al tedesco Tommy Haas (#19). In conferenza stampa ha attribuito ad un problema alla spalla la sua brutta prestazione: “mi si è bloccata la schiena due giorni fa nella prima partita ed era difficile muoversi bene. Nulla di grave, ho solo bisogno di 2 giorni di riposo, ho voluto provare perché non si può mai sapere, ma non è stato facile mettere tutta l’energia nel mio gioco. Nel primo set ho stretto i denti, ma poi è stato difficile muoversi e trovare la giusta intensità di gioco…in ogni caso Haas ha giocato meglio ed ha meritato di vincere”, 57 62 63 lo score a favore del tedesco. Il match a seguire è stato molto tirato in quanto Andy Murray (#8) ha dovuto faticare non poco (76 64) per aggiudicarsi il passaggio del turno contro Melzer (#67). Il tennista austriaco ha perso il match con il minimo scarto dimostrando che ormai i primi 100 giocatori del ranking ATP possono vincere e perdere con chiunque. Nell’altro incontro di cartello Rafa Nadal ha rischiato grosso anche stavolta contro uno scatenato Youzhny. Il tennista russo si è aggiudicato il primo set al tie break giocando un ottimo tennis, Nadal è sembrato ancora una volta affaticato e senza brio. Nel secondo set fino al 2-2 tutti gli spettatori si sarebbero aspettati l’eliminazione della testa di serie n. 1 del torneo, ma grazie ad un improvviso rinsavimento, l‘iberico ha poi ritrovato la giusta concentrazione vincendo l’incontro con il seguente punteggio: 67 62 61. In conferenza stampa ha poi dichiarato: “…in questa partita non ho sofferto solo quando stavo servendo per il match, ma prima è stata una partita molto dura. All’inizio del match avevo una sensazione sbagliata perché dopo una lunga partita come quella di ieri non ero molto concentrato, ma questo non deve accadere…alla fine la cosa più importante è che ho avuto la reazione giusta al momento giusto”. Nella sessione pomeridiana solo Ferrer (#5) non ha dovuto faticare per passare il turno. Lo specialista per antonomasia della terra rossa ha liquidato facilmente in due set (62 63) il lettone Gulbis (#17). Nell’atteso incontro serale, che ha fatto registrare il tutto esaurito nonostante una serata piuttosto fredda, anche Djokovic ha dovuto “pagare pegno” lasciando il primo set al sorprendente Kohlscheiber, ma poi ha fatto valere la sua tecnica e si è aggiudicato l’incontro con il punteggio di 46 62 61.

Nel torneo femminile una sola conferma per i colori azzurri. Sara Errani (#11)passa con qualche difficoltà il turno aggiudicandosi il match contro la ceca Cetkovska (#69) con il punteggio di 64 76. Fuori invece Flavia Pennetta (#12) e Francesca Schiavone (#61) che dopo gli exploit dei giorni scorsi hanno dovuto cedere il passo rispettivamente alla Jankovic (#13) ed alla Radwanska (#3). La tennista brindisina ha giustificato così la sua sconfitta (62 63) dando la colpa al vento ed a se stessa “…il vento muoveva tanto la palla e il campo che tra luce e ombra non mi consentiva di vedere bene. Io ero un pochino più “molesta” di lei, non mi sopportavo…” mentre Francesca Schiavone dopo la sconfitta (64 61) ha dichiarato: “Nel primo set ho giocato meglio, nel secondo mi sono sciolta. Torno a casa con ottime sensazioni in vista del ‘mio’ Roland Garros”. Da registrare l’uscita dal torneo della Sharapova (#7) che ha deluso le aspettative perdendo senza dignità contro una determinatissima Ivanovic (#13)con un score che non lascia dubbi 61 64 in favore della giocatrice serba. Nessun problema invece per la n. 1 del mondo Serena Williams che ha avuto la meglio sulla connazionale Lepchenko (#49) 61 62.

Oggi grande giornata di quarti di finale. Nei due tabelloni si sono formati grandi incontri. Da rilevare in quello maschile l’interessante sfida tra Ferrer e Djokovic e tra Nadal e Murray. Mentre in quello femminile, oltre a quello che vedrà la nostra Sara Errani contro la cinese n. 2 del mondo Na Li, ci sarà da gustare l’incontro tutto tecnica e potenza tra la Jankovic e la Radwanska.

È d’obbligo non mancare!

Back to top button