Ciclismo

Vingegaard, trionfo in Giallo.

Cala il sipario sul 109° Tour de France.

Roma, 25 luglio 2022.

 

Dopo 26 anni dal successo del connazionale Bjarne Riis, il danese Jonas Vingegaard trionfa nell’edizione 109 del Tour de France.

E’ proprio il caso di dire trionfa perché le due imprese sul Granon e ad Hautacam hanno certificato la statura di Vingegaard al cospetto del favoritissimo Pogacar.

Un Tour de France altamente spettacolare, condotto a medie elevate e con un clima pesante per il gran caldo.

Possiamo discutere di qualche errore tattico di Pogacar, vincitore comunque di tre tappe, forse troppo sicuro di se dopo una prima settimana condotta con un dispendio di energie eccessivo.

Possiamo discutere che, al netto delle fuoriuscite per covid, la Jumbo-Visma (Vingegaard) è risultata più forte e tatticamente meglio guidata del team UAE (Pogacar).

Ma a bocce ferme la lucidità di Vingegaard, non dimentichiamo secondo lo scorso anno, e la sua miglior attitudine ai duri strappi di montagna hanno fatto la differenza.

Un Tour che ha visto latitanti gli azzurri, con l’unica eccezione di Alberto Bettiol finalmente tornato alla condizione del Fiandre 2019 e che ci fa nutrire qualche speranza per il Mondiale australiano a fine settembre.

Il problema è che un altro corridore esce ingigantito dall’eccellente Tour disputato e costituirà una seria minaccia per i nostri colori: Wout Van Aert!

Il belga, vincitore di tre frazioni, ha trascinato tutta la Jumbo-Visma mettendosi al servizio di Vingegaard, mostrando una duttilità ed un sensibile miglioramento anche nei tapponi di montagna.

Il futuro delle grandi corse a tappe è senz’altro di Pogacar, 23 anni, e di Vingegaard, 25 anni, con l’ormai definitiva resa dell’era dei Froome, Nibali, Thomas, Yates.

Per noi fruitori dello spettacolo di questo fantastico sport sarà interessante verificare la crescita di altri giovani talenti come Bernal, Evenepoel, Gaudu chiamati ad insidiare l’attuale regno dei due dominatori del 109° Tour.

Con la speranza di un miracolo italiano…

 

 

Back to top button