Calcio

Serie A. Il Napoli vince ed è terzo – LE PAGELLE

higuain napoli 2015Ma il risultato è deciso dagli errori dell’arbitro Calvarese: gol in fuorigioco e rigore regalato al Napoli. 

Napoli, 26 gennaio – Bella partita, brutto arbitro, 2-1 per il Napoli, azzurri terzi da soli e Genoa infuriato. Poche parole che riassumono quanto visto al San Paolo. Una gara giocata a viso aperto dalla due squadre, con tante occasioni dall’una e dall’altra parte, ma pessima nella cinquina arbitrale, che non si avvede del fuorigioco di Higuain in occasione della prima rete e che regala (nel vero senso della parola) il rigore del 2-1 al Napoli al74’. A trasformarlo ci pensa ancora Higuain, arrivato alla sua 12ma rete in campionato. Il Genoa, invece, non vince da 6 partite e a Gasperini, che proprio oggi compie 57 anni, Calvarese manda di traverso il compleanno, anche perché ammonisce pure i diffidati Antonelli e Bertolacci, che salteranno la partita di sabato pomeriggio a Marassi controla Fiorentina.

Nel pomeriggio l’Udinese ha vinto 2-1 ad Empoli con i gol di Di Natale e Widmer.

LE PAGELLE DEL NAPOLI

RAFAEL 6,5

Tante belle parate, tra le quali ricordiamo quella sul rasoterra di Edenilson.

MAGGIO 6

Una prestazione sufficiente a fare su e giù per la fascia.

ALBIOL 6

Senza infami e senza lode, ma sufficiente.

KOULIBALY 5

Sempre troppo irruento e disordinato. Soffre molto la rapidità dei piccoli attaccanti genoani.

STRIMIC 6

Una partita senza infamia e senza lode, ma senza far rimpiangere Ghoulam. E già questo va bene.

INLER 6

Corazzata del centrocampo azzurro, ma può fare di più.

DAVID LOPEZ 6,5

Salva alla grande su Falque nel primo tempo ed offre un gran contributo di gioco alla squadra.

DE GUZMAN 5

Fa un grandissimo movimento ed ha inserimenti intelligenti. Ma i due gol che si mangia clamorosamente (nel primo tempo tira alto a tu per tu con Perin, nel secondo si vede respingere il tiro da Burdisso a porta vuota) gli impediscono di avere la sufficienza.

HAMSIK 6

Anche lui sufficiente, ma può e deve fare di più.

CALLEJON 6,5

Uno dei più reattivi e che gran classe che ha.

HIGUAIN 7

Al di là della doppietta conta l’apporto che dà alla squadra, che è tantissimo. E’ sempre una spina nel fianco della difesa rossoblu. Il migliore.

GABBIADINI, BRITOS e ZAPATA sv

BENITEZ 6,5

Sempre la stessa storia: la squadra costruisce molto, segna, ma non riesce mai a chiudere le partite quando dovrebbe e soffre sempre troppo in difesa. Evidente sono pregi e difetti congeniti. Comunque è in serie positiva, ha la fortuna dalla sua (leggi errori arbitrali) e allora ve bene così.

LE PAGELLE DEL GENOA

PERIN 5,5

Poco meno che sufficiente per qualche incerta respinta centrale (non si deve mai fare) su cross e tiri e su una di queste arriva il gol di Higuain.

RONCAGLIA 6

Leggermente peggio di Burdisso perché in qualche occasione Higuain gli sfugge.

BURDISSO 6,5

Gioca una gran partita, salva su De Guzman a porta vuota e raramente sbaglia giocata.

DE MAIO 5,5

De tre centrali di Gasperini è quello che convince meno e sbanda di più.

EDENILSON 6

Fa un gran lavoro sulla fascia destra e sfiora il gol con un rasoterra sul quale Rafael si supera.

RINCON 6

Fa tanta legna e regala tanta sostanza alla squadra.

BERTOLACCI 5,5

Corre molto, arriva bene al limite dell’area avversaria, ma poi si perde troppo spesso.

ANTONELLI 6

Si inserisce sempre bene su corner e punizioni, ma fallisce l’aggancio decisivo a tu per tu con Rafael nel primo tempo.

FALQUE 6,5

Segna un gran gol ed è sempre molto pericoloso.

FETFATZIDIS 6

Una buona prestazione di finte e contro finte e gioco tra le linee alla quale, però, è mancata concretezza. Sufficiente.

PEROTTI 6,5

Gran fine dicitore del Genoa. Torna a giocare dopo le 4 giornate di squalifica rimediate controla Romae regala uno splendido colpo di tacco con cui libera Antonelli al tiro e tanta qualità.

NIANG 5

Inconsistente. Ma siamo sicuri che al Genoa serviva proprio un attaccante come lui e non un “puntero” vero tipo Borriello?

KUCKA e LESTIENNE sv

Troppo poco in campo.

GASPERINI 6,5

Il Genoa non demerita, anzi meriterebbe il pari, che gli viene negato dalle clamorose sviste di Calvarese. Però soffre troppo le sovrapposizioni del Napoli proprio per la sua smania di fare sempre gioco. Un merito, certo, che talvolta finisce con il pagare. Ma se volete divertirvi con il campionato allora guardate le partite del Genoa, che non sono mai banali e spesso belle.

Back to top button