Atletica

USA – Mondiali di atletica: salto in alto, Tamberi supera se stesso ma è fuori podio

Un tentativo in più, gli vale la medaglia di legno

Roma, 19 luglio 2022 – Gianmarco Tamberi supera se stesso nella finale del salto in alto ai Mondiali di Atletica in corso ad Eugene (Usa) ma l’impresa non è sufficiente per il podio.

L’esplosivo talento marchigiano è quarto in finale, superato sul filo del traguardo dal migliore assoluto Mutaz Essa Barshim – il fenomeno del Qatar con cui ha diviso ex aequo il titolo di Campione Olimpico un anno fa a Tokio (1 agosto 2021).

Una giornata storica perchè celebrò, negli stessi istanti, le medaglie d’oro del centometrista azzurro Marcell Jacobs e quella del salto in alto di Gianmarco Tamberi.

Lo sport insegna che i valori agonistici non sono statici, ma destinati a migliorarsi sempre, praticamente all’infinito.

Se un campione corre i 100 metri in 10 secondi, ne seguirà un altro che lo farà in 9.99.

Ma torniamo alla gara vinta da Barshim, oro con l’asticella a 2,37; l’argento al coreano Woo, con 2,35; terzo l’ucraino Protsenko, bronzo 2,33, che chiude la finale con la stessa misura e gli stessi errori totali dell’azzurro (6) ma con un tentativo in meno di Tamberi, cui va la medaglia di legno.

 

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button