Atletica

Sport, Atletica – L’Italia che corre, sceglie Stefano Mei

In rimonta, eletto Presidente della Fidal

Roma, 1 febbraio2021 – Rivoluzione nell’Atletica Leggera. Stefano Mei è il nuovo Presidente dell’Atletica Leggera Italiana.

Ha vinto l’ennesima gara della sua straordinaria vita sportiva, in rimonta negli ultimi metri.

Proprio come quando capeggiò lo storico trionfo azzurro agli Europei del 1987 a Stoccarda.

Allora, sul podio salì un tris tutto italiano: Stefano Mei, Alberto Cova, Salvatore Antibo.

In dirittura d’arrivo questa volta, Mei – rappresentante dello sport vissuto al suo massimo – se l’è vista con due candidati rappresentanti l’alta burocrazia delle istituzioni.

Vincenzo Parrinello, meritoria carriera militare vissuta nelle Fiamme Gialle – da sempre motore trainante dell’atletica italiana – fino al grado di Generale della Guardia di Finanza.

Roberto Fabbricini, promettente giovane velocista. Carriera da dirigente sportivo fino al livello massimo di Segretario Generale del Coni e, nel 2019, anche Commissario Straordinario del Calcio.

Due autentici “mostri” sul piano dell’esperienza e della dirigenza sportiva. Entrambi con un grosso seguito nella corsa verso il vertice dello sport che è alla base di tutto, l’atletica.

Per effetto della pandemia che ha reso più consapevoli ed attenti, il mondo dell’atletica – consapevole della crisi che l’accompagna da quando il piemontese Primo Nebiolo è uscito di scena – ha deciso di voltare pagina.

Ritornare a governarsi con la passione e le capacità dei suoi elementi migliori. Non si vince solo con le gambe, ma con la testa ed il cuore.

Partecipando, non delegando a capacissimi burocrati la responsabilità di interpretare ciò che non si conosce a fondo e che, forse, non si ama.

Mai tanta gente ha presenziato alla votazione, avvenuta alla Fiera di Roma. Ben 2800 società, nonostante la pandemia e Roma fosse ancora arancione.

La prima votazione ha visto , la prevalenza del candidato istituzionale Parrinello con 24.286 contro i 21.563 di Mei. Fuori Fabbricini. Necessario il ballottaggio.

Quì il 56 enne campione spezzino, ha raccolto la grande maggioranza dei sostenitori di Fabbricini, convinti dal programma di meritocrazia di Stefano Mei.

Stefano Mei è il nuovo Presidente della Fidal con più di 30 mila voti contro 26.917 di Parrinello.

Nella vita ha sempre corso. Parrinello è espressione delle Fiamme Gialle (Finanza).

Mei, Fiamme Oro. Agente di Polizia presso la Questura di Forlì. Come dire che questa favola sportiva racconta come un semplice agente possa battere un generale.

www.attualita.it, questa vicenda (ed il suo esito) lo aveva anticipato tre mesi fa, quando  in una                intervista  esclusiva  del 12 novembre, aveva presentato Mei ed il suo programma ai propri lettori.

Allora avevamo auspicato che fosse lui, Campione di Europa, con i suoi progetti, a guidare la Fidal nei quattro anni che ci separano dalla disputa dei Campionati Europei di Roma del 2024.

Una occasione da non sprecare per l’Italia e per Roma.

 

Back to top button