Tematiche etico-sociali

LA RUBRICA DI LUCILLA DI FEBBRAIO

La rubrica di febbraio                          
lucillaMODA E ….NON SOLO

                                             (a cura di Lucilla Petrelli) 

 

ARMANI’S DRESS. In occasione degli ultimi Grammy Awards non era passato inosservato l’abito che vestiva la cantante Lady Gaga. La scelta dell’abito era caduta su Giorgio Armani e l’entusiasmo della cantante era stato tale che per il suo Tour mondiale “Monster Ball” – inclusa la tappa in Italia al Forum di Assago di Milano lo scorso dicembre – si è fatta disegnare da Lui, buona parte dei costumi dello spettacolo.
Ovviamente in prima fila ad applaudirla c’era il grande stilista italiano, salutato carolosamente dalla rock star. Quando si dice simpatia a prima vista: è un “Armani” anche l’abito della statua di cera di Lady Gaga che troneggia al Museo di Madame Trussaud di Londra!
 
NEWS LATEST FASHION – Dolce e Gabbana – 20 anni sono passati dalla prima linea maschile disegnata da Dolce e Gabbana. E per festeggiare l’anniversario gli stilisti hanno pubblicato con la Casa Editrice Rizzoli un volume “Uomini. Ricco di immagini, istantanee del fotografo Mariano Vivanco, immagini che parlano della bellezza scultorea dell’uomo. Tanti i volti famosi ritratti: modelli, ma anche vip, come Noah Mills e Miguel Iglesias. London Fashion – Mark Fast. Alla settimana di moda londinese a Londra, il giovane stilista Mark Fast è stato il più acclamato. Il suo debutto felice nella moda è stato con una collezione di vestiti in maglia, diventando in poco tempo un talento del fashion inglese. Rivede il suo stile e ci aggiunge dell’altro con la casa di moda Pinko per la collezione p/e 2011 dove si ispira alla Factory di Warhol, con i parka, e i pantaloni maxi dress. La novità per la nuova collezione è fatta di abiti- ragnatela, un po’ ispirati al look gotico anni ottanta. E contrariamente a quello che si vede in passerella, la nuova linea, disegnata per donne “in carne”, vedrà sfilare modelle con delle vere “curve”.
 
LADY DIOR. La borsa più famosa della Maison francese “Lady Dior” è arrivata a destinazione, Londra. Dopo aver fatto il giro del mondo, che l’ha vista protagonista a Parigi (Lady Noir) a New York (Lady Rouge) e Shangai (Lady Blue) è stata festeggiata appunto a Londra (Lady Grey). Si è conclusa così un’avventura durata un anno e mezzo tra spot, foto d’autore e cortometraggi di grandi registi come John Cameron Mitchell che per l’occasione ha diretto la regina del burlesque Marion Cotillard. La borsa, classica, geometrica, trapuntata a lavorazione “cannage” nasce nel lontano 1995, quando la consorte dell’allora sindaco di Parigi, Bernardette Chirac, aveva commissionato alla Maison Dior di creare un cadeau di benvenuto per la principessa del Galles, Lady Diana, in visita al Grand Palais per la mostra di Cezanne. Tanto piacque alla Principessa che proprio Lei, nel ’96 la battezzò Lady Dior. Nel tempo, la borsa è stata pubblicizzata anche dalla premiere dame, Carla Bruni e poi da Monica Bellucci quando erano modelle, fino ai nostri tempi più recenti sui settimanali femminili più importanti, per vederla poi al braccio di attrici e cantanti a livello internazionale. Grande festa quindi al Claridge’s Hotel dove Dior ha offerto una cena molto….fashion, “of course”.
 
NEWS BOOKSHOP. E’ fresco di stampa il volume “La Parisienne” di Ines de la Fressange, icona di stile, storica modella e oggi musa del marchio Roger Vivier. Un libro che è una dedica alle donne parigine ma anche a tutte le donne, con consigli, indirizzi ed ironici disegni, per avere un stile “allure”, un modo di essere un pò speciale , in fondo, come il suo.
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Back to top button
Close