Tematiche etico-sociali

Concluso a Roma il 3° seminario International Police Association sulla “Criminalità Giovanile”

Roma – Nella prestigiosa sede   del Centro Logistico “Circolo Villa Spada” della Guardia di Finanza, comandato dal   Colonnello Carmine Giordano, organizzato dal Presidente dell’ IPA Lazio,  Comm. Francesco Cava,  si è svolto il 3° Seminario IPA (International Police Association) avente ad oggetto “Criminalità giovanile. Influenze famigliari, ambientali e culturali. Problemi e possibili rimedi”, che ha visto come conferenzieri il prof. Francesco Sidoti, presidente del corso di laurea in scienze del’Investigazione dell’Università dell’Aquila, il prof. Marco Cannavicci, specialista in psichiatria, criminologia e psiochiatria forense, il prof. Carmelo Lavorino criminologo e criminalista, direttore del CE.S.CR.IN., LA dott.ssa Tiziana Cugini s. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma, l’avv.to Roberto Staro penalista e il Dott. Alfredo De Risio Psicoterapeuta specialista in psicologia clinica – Responsabile UOS di psicologia Penitenziaria e consigliere Nazionale Simsp.

Al simposio hanno preso parte circa 200 persone, tra appartenenti alle forze di Polizia fra i quali spiccava la presenza del Generale C.A. dei Carabinieri Prof. Giovanni Narici, esperti del settore e studenti.

Il Presidente Comm. Francesco Cava,  dopo un saluto di benvenuto ai partecipanti, ha introdotto la relazione del dott. Alfredo De Risio, che ha affrontato l’argomento della detenzione dei minori. Il prof. Francesco Sidoti ha invece illustrato il concetto stesso di “giovane” in ambito criminologico, sottolineandone la derivazione americana. Il prof. Marco Cannavicci e il prof. Carmelo Lavorino hanno ampiamente analizzato i fattori di rischio che determinano la probabilità che un minore diventi criminale, e di conseguenza come intervenire affinchè questo non avvenga.

La dott.ssa Tiziana Cugini ha illustrato le tutele che il nostro ordinamento garantisce ai minori, mentre l’avv.to Roberto Staro ha sottolineato come nel caso di minori debba essere ancor più pregnante il valore rieducativo della pena.

A conclusione, è stato rilasciato l’attestato di partecipazione.

sotto galleria fotografica

{gallery}seminarioipa{/gallery}

Tags
Close