Cinema - NEWS FROM HOLLYWOOD by STELLA S.

Street Food Cinema al suo Ottavo anniversario

dalla nostra corrispondente da Los Angeles, Stella S.. Sue foto ed interviste

Los Angeles, 17 maggio 2019 – C’e sempre qualcosa di nuovo da scoprire a Los Angeles, paradiso del cinema, e se le idee portano pubblico e creano bussiness, ben vengano.

Heather Hope -Allison insieme al marito Steve Allison, co/ proprietaria e fondatrice,
di Street Food Cinema, ci spiega “Questa idea, in esecuzione dal 27 Aprile per terminare il 5 di ottobre, ha lo scopo di presentare Street Food Cinema iniziando nel Los Angeles Historic Park, vicinissimo al Downtown di cui se ne possono vedere i palazzi.
Durante tutta la stagione, saranno presentati i film blockbuster considerati cult movie. La sua ottava edizione festeggia inoltre il 10mo anniversario del film “500 Days to of Summer”. Dei due sceneggiatori, è presente Scott Neustadter, per presenziare al Q&A, prima della presentazione del film sullo schermo gigante installato nel parco per una serata a disposizione del pubblico a pagamento.

cinema - Street Food -19
cinema – Street Food -19

Mentre a noi vagamente ricorda la famosa ‘estate romana‘ organizzata dal comune di Roma per il progetto di Nicolini, il pubblico ha la possibilità di poter liberamente sedersi sull’erba, come più aggrada, in compagnia di amici, inclusi quelli a quattro zampe, avere a disposizione le migliori scelte dei Food Trucked, games e musica dal vivo. Quest’anno hanno aperto la stagione i The Flusters, rendendo questa manifestazione molto popolare con la presenza più di 1500 persone a sera. Questo evento raggiunge vari parchi di Los Angeles, come l’Exposition Park (Downtown) il Poinsettia Rec Park (West Hollywood), Griffith Park Center, Glendale Central Park (Glendale), Victory Parl (Pasadena), Veterans memorial Park (Culver City) e Westdrift Golf course (Manhattan Beach), consentendo di favorire ed aderire a tutte le richieste del pubblico.

cinema-Scott e Lauren Neustadter 19
cinema-Scott e Lauren Neustadter 19

Siamo riusciti ad intervistare Scott Neustadter e la moglie Laurel ma, per il breve tempo, non abbiamo potuto fare molte domande, richiamandoci all’intervista fatta allo sceneggiatore alla selezione del USC Scripter Awards 1918. per l’adattamento cinematografico del non fiction The Disaster Artist: My Life Inside ‘The Room,’ the Greatest Bad Movie Ever Made” di Greg Sestero e Tom Bissell, aggiungendo una piccola clip dove lo sceneggiatore si presenta..
Neustadter ha risposto alla domanda ” Perchè la scelta d’essere sceneggiatore? ” “Onestamente – ha risposto – non emergevo in nessuna professione così, finalmente, ho trovato la mia giusta dimensione nello scrivere. Svolgo questa mia passione in compagnia del mio partner Michael H. Weber, ci conosciamo da molti anni e lavoriamo bene insieme e questo rende il lavoro meno noioso. Abbiamo in programma una serie televisiva prodotta da Amazon ma non sarà una storia sentimentale
Gli abbiamo chiesto se ha visitato l’Italia. “L’italia è un Paese indimenticabile. Con la mia famiglia abbiamo visitato molte bellissime città, Roma, Siena e in particolare come si può non ricordare il cibo italiano?” Alla moglie Laurel abbiamo chiestoÈ difficile vivere vicino ad uno scrittore?” ” Scott è un bravo ragazzo, sempre impegnato nel suo lavoro ma sa anche dedicarsi alla famiglia. È allegro, per cui non è difficile la vita insieme”

Tags
Close