Cinema - NEWS FROM HOLLYWOOD by STELLA S.

Oscar – Rami Malek vs Freddy Mercury in gara come miglior attore agli Oscars 2019

dalla nostra corrispondente da Los Angeles, Stella S.

Los Angeles, 24 gennaio 2019 – Al Golden Globe benchè Bradley Cooper fosse il favorito dal pubblico come miglior attore per la categoria film drammatici, ha tagliato il traguardo Rami Malek vincendo un Golden Globe. Malek si è meritato inoltre la nomination dell’Academy Awards per l’interpretazione di Freddy Mercury in “Bohemian Rhapsody“.
Il film oltre alla nomination per il miglior attore protagonista è in gara alla 91esima edizione degli Oscars come miglior film, miglior sound mixing, miglior montaggio, miglior edizione sonora .
Perchè Malek protagonista in Bohemian Rhapsody si è meritato un Golden Globe e una nomination agli Oscars? Entrando nei panni di Mercury, Malek ha dimostrato una capacità espressiva interiore sublimata nel suo saper far rivivere un personaggio dotato di una forza geniale e caratteriale, sapendo vincere la timidezza e riservatezza, con debolezze umane, l’ambiguità, il suo sapersi proiettare verso il pubblico tanto da renderlo partecipe per la sua presenza magnetica alle sue emozioni di cantante capace di portare la voce all’estensione di quattro ottave.
Malek ha saputo gestire la personalità poliedrica di Mercury tanto da renderlo credibile senza scimmiottarne gli atteggiamenti perciò si è assistito all’escalation del cantante in nell’illusione quasi reale vissuta dal pubblico in sala nell’ultimo concerto Live Aid, Wembley Stadium, 1985 dove con Malek, avrebbe voluto cantare “We are the champions, my friends and well keep on fighting to the end.” (Noi siamo i campioni, amici miei e continueremo a combatterefino alla fine).
Oliver Stone aveva nel 1991 portato sugli schermi il film “The Doors” puntando sulla vita di Jim Morrison, leader dei The Doors, interpretato da Val Kilmer. Nonostante le critiche positive, il film non ha compensato il budget investito.
Bohemian Rhapsody diretto da Brian Singer, è costato 52 milioni e ne ha già incassati 750 senza contare la Cina.
Malek nell’intervista alla Sag-Afra Foundation fatta lo scorso novembre e in video su YouTube, ha spiegato, con semplicità e naturalezza, il suo approccio al lavoro d’attore. “Sono cresciuto nella Valle di San Fernando e vivo a Sherman Oaks. Da ragazzo, per me, Hollywood era qualcosa esistente da qualche parte. È stata un’insegnante a scuola a spingermi in una competizione teatrale scolastica, insistendo sulle mie capacità comico-drammatiche. La mia performance nella competizione alla quale partecipavano molte scuole, ha persino emozionato mio padre, il che è tutto dire. Ho scoperto così il piacere della recitazione seguendo corsi di teatro tenuti da un’insegnante dalla quale ho imparato moltissimo. Ed è iniziata la mia carriera d’attore. Non mi è stato difficile interpretare il personaggio di Mercury avendo molte caratteristiche simili, ma benchè il mestiere d’attore lo posso affrontare senza problemi, l’entrare nei panni di Freddy Mercury mi ha messo addosso molto nervosismo. Le prime settimane di lavoro, girando le scene più intense emozionalmente, replicando il concerto Live Aid al Wembley Stadium del 1985, ho vissuto i momenti più difficili da superare, passando ore ad esercitarmi al pianoforte prendendo lezioni e suonando la chitarra. Riguardo al personaggio, c’è un fatto divertente da raccontare. Scherzando, uno dei produttori di “Bohemian Rhapsody”, diceva parlando negli studi della Fox “Ho incontrato Freddy”. Alla domanda “Dove lo hai trovato?” lui prontamente rispose “A Sherman Oaks“.

Rami Melek sarà nel film “The Voyage of Doctor Dolittle” con Robert Downy Jr., John Cena .

The voyage of doctor dolittle

Tags
Close