Spettacolo

Ascoli Piceno – Tornano gli appuntamenti di ‘Nuovi Spazi Musicali’

Orizzonti contemporanei

Roma, 04 ottobre 2018 – L’appuntamento d’autunno con la musica contemporanea si rinnova il 9 Ottobre ad Ascoli Piceno con la rassegna “Nuovi spazi musicali” , quattro selezionatissimi concerti nel Foyer del Teatro Ventidio Basso dedicati a 4 Paesi: Italia, Spagna, Inghilterra e Serbia.

Apertura il 9 con l’Italia e due nuove operine tascabili, genere cui il Festival sta dando negli anni notevole impulso, commissionate per l’occasione ai compositori romani Daniele Carnini (“La Filarmonica”, testo di Sandro Cappelletto) ed Antonio Di Pofi (“Romeo e Giulietta, oscena amorosa”, testo di Giovanni D’Alò. L’esecuzione sarà affidata a quattro eccellenti musicisti guidati dalla pianista Sabrina Gentili che formano ormai una “ensemble in residence” del Festival, al soprano Annalisa Di Ciccio, al baritono ascolano Andrea Tabili (new entry) ed all’attrice Pamela Olivieri.

La Serbia è presente con il Trio Pokret, corredato dalla rinomanza nel proprio Paese e composto dalla pianista Maija Mihic, dalla violinista Madlen Stokic e dal clarinettista Milos Nikolic, cui si aggiungerà un virtuoso del bayan, Madlen Vukmir. Il 15 Ottobre, alla ore 17, la Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani, ospiterà un evento eccezionale: il Presidente dell’Unione di Compositori Polacchi di Cracovia, Jerzy Stankiewicz, presenterà, per la prima volta in Italia, un film del regista francese Buenaventura Vidal, dal titolo “Il fascino dell’impossibile” sull’esperienza di prigionia nello Stalag VIII di Gorlitz di Olivier Messiaen. Un documento di grande valore sulla figura del compositore francese autore del famoso brano “Quatuor pour la fin du temps” scritto tra il 1940 ed il 1941 durante la sua permanenza nel campo di concentramento nazista in mezzo a prigionieri polacchi.

Il terzo appuntamento è dedicato alla Spagna da dove giunge il duo formato dal pianista Alejandro Anton Camera e dal sassofonista Alejandro Martinez Arias. Curioso il programma, dedicato alla Sibilla in onore del territorio marchigiano, con brani di autori spagnoli e due opere, scritte per l’occasione dai compositori italiani Paolo Rosato, Enrico Marocchini e del giovanissimo ascolano Andrea Parissi.

Il concerto di chiusura, sarà invece affidato, come sempre, ad un giovane pianista già affermato in Inghilterra, Joseph Houston, che eseguirà opere del ‘900 storico (Rachmaninov, Liszt e Debussy) insieme a nuove opere di autori inglesi (Stringer, Simaku e Mason) ed italiani (il veneziano Claudio Ambrosini e la bolognese Andreina Costantini).

Tutti i concerti saranno diffusi da Radio Cemat e sarà possibile ascoltarli collegandosi al sito www.radiocemat.org. La registrazione dei concerti verrà inoltre inviata alla Radio Italiana che prenderà in esame la possibilità di mandarli in onda in differita, così come è accaduto per le edizioni precedenti. La realizzazione di questa edizione della rassegna è stata resa possibile, oltre alla cura amorevole di Ada Gentile, anche grazie al contributo del Comune di Ascoli Piceno, della Regione Marche e della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.
Hanno invece concesso il patrocinio il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nonché il “Nuovo Imaie” di Roma.

Tags
Close