Spettacolo

Alla Casa delle Culture a Trastevere la Divina Commedia con Vino Divino

Roma, 28 ottobre – Grande attesa per un debutto stimolante e molto vivace alla accogliente Casa delle Culture a Trastevere, lo spazio teatrale condotto e diretto dai bravissimi Marco Carlaccini, Patrizia D’Orsi e Olga Carlaccini.

Infatti, martedì 4 novembre debutta la compagnia sarda il Salto del Delfino con lo spettacolo di Vino Commedia, teatro, musica dal vivo e vino, intorno alla Divina Commedia,  interpretato e diretto da Nicola Michele, musiche originali eseguite dal vivo alla chitarra da Alessandro Manunza. Durante lo spettacolo verranno degustati i vini “Dolì” – Vino frizzante dal colore giallo paglierino e dal profumo intenso fresco e fruttato, “Prendas” – Vermentino dal colore paglierino tenue e dal profumo intenso fresco e fruttato con sentori di mela, “Arenada” – Monica di Sardegna dal colore rosso rubino con riflessi violacei dal profumo persistente e intenso, con sentori di lampone e ciliegia e “Moscato” – Il Moscato dal colore giallo dorato con sapore dolce ed equilibrato presenta un profumo aromatico unito a note mielose e speziate, gentilmente offerti dalla generosa Cantina Dolianova.

Vino, letteratura e teatro sono un intreccio che fin dall’antichità hanno stretto un connubio immortale, infinite sono le citazioni letterarie sul nettare degli dei che rimandano ad un dialogo ininterrotto nel tempo che racconta la storia dell’uomo stesso.

“Di vino Commedia” è tutto questo e tanto di più. È un percorso sensoriale, in cui le parole e la musica dal vivo offrono al pubblico un viaggio denso di emozioni, dove è facile riallacciare i fili della memoria e ritrovarsi a vivere in prima persona l’arte scenica, abitando il palcoscenico. L’attore e regista Nicola Michele interpreterà alcuni passi della Divina Commedia, percorrendo il celebre momento in cui Dante si trova smarrito “per una selva oscura” e incontra il poeta Virgilio, poi sarà la volta del viaggiatore Ulisse che volle superare i limiti raggiunti fino a quel momento dall’uomo “per seguir virtute e canoscenza” per approdare, infine, al canto conclusivo del Paradiso, culmine di un viaggio spirituale carico di significati e simboli che ancora oggi, dopo otto secoli, affascina e stupisce. Le musiche originali dal vivo del chitarrista Alessandro Manunza, accompagneranno l’intero percorso.

Ma sarà il vino a fungere da trait d’unione.

Tre i vini protagonisti che verranno degustati nel corso dello spettacolo, selezionati da eccellenti    Cantine del territorio. La degustazione dei vini avverrà durante la declamazione dei canti danteschi, che di volta in volta, verrà abbinata per aromi, colori, profumi e suggestioni.

Lo spettacolo rimane in scena fino a domenica 9, dal martedì al sabato ore 21:30, domenica ore 18.

 

Back to top button