Spettacolo

Al teatro Ambra Jovinelli, nevica!

...e fuori nevica!Roma – “… E fuori nevica!” E’ la famosissima e storica commedia in due atti scritta da Vincenzo Salemme, spettacolo che lo ha portato al successo nazionale, motivo di orgoglio e bene prezioso per l’autore che da quasi vent’anni con devozione e soddisfazione lo ripropone sulle scene senza bisogno di modificare o “rinfrescare” la trama, perché è una storia senza tempo, una storia che parla di famiglia, dell’affetto, della tolleranza e della sopportazione che devono esistere all’interno di essa, in questo caso, in una condizione di convivenza estremamente difficile per via della particolare tipologia dei soggetti.

Tre fratelli magistralmente interpretati da Andrea De Maria, Enzo, musicista di scarso livello che sogna Sanremo, da Giovanni Esposito, Cico, affetto da una strana forma di autismo e Francesco Procopio, Stefano, il ‘normale’, ossessionato da un eccessivo senso di responsabilità e alle prese  con una difficile gestione del suo matrimonio per via di una fidanzata che si svelerà molto diversa dal suo immaginario

Il Notaio è interpretato magistralmente da Mario Porfito, il quale rende i tre fratelli partecipi di una cospicua eredità lasciatagli dalla mamma morta di recente, ma a condizione che rimangano uniti in una convivenza impossibile per l’incompatibilità di tre caratteri così diversi tra loro; condizione che la mamma ha posto per salvaguardare il più sfortunato dei sui tre figli, Cico…ma è veramente il più sfortunato? A Napoli la diversità è a dir poco particolare. Il diverso nella città partenopea spesso fa venire il consueto dubbio “ma c’è o ci fa?”. Nel caso di Cico l’handicap è evidente, ma altrettanto evidenti sono la sua sagacia, la sua furbizia e il suo estremo senso del divertimento che per forza di cose rende partecipi in modo costrittivo gli altri due fratelli che lo assecondano in tutto.

Le due ore e più di commedia sfuggono via insieme ad una coinvolgente allegria che pervade il pubblico. Lo spettacolo viene trascinato da un fiume di risate, che in alcuni momenti raggiungono apici “ irresistibili” con le interpretazioni pazzesche di Cico. La scena è un susseguirsi pirotecnico di varie caratterizzazioni di personaggi e situazioni tipicamente “napoletane” come quella della funicolare o della pizzeria  che coinvolge Stefano, il fratello “normale”, ad assecondarlo in un gioco demenziale che sconvolge Enzo, ma che finirà anch’egli a farne, suo malgrado,  parte.

Nel secondo atto Mario Porfito, il notaio, unendosi al cast, alza ancor di più il ritmo esilarante dello spettacolo che non fa certo rimpiangere le grandissime interpretazioni degli “originali” Salemme, Buccirosso, Paone e Casagrande.

Uno spettacolo sicuramente da non perdere che conduce lo spettatore per mano verso quei percorsi tipici del Teatro Napoletano con continui riferimenti a quella che è la vita quotidiana che ci mette di fronte alla delicata gestione della diversità, ma come afferma con contentezza Cico, il protagonista, “nevica, nevica, nevica…” e tutto si risolve!

Dal 7 marzo al 24 marzo 2013 – Teatro Ambra Jovinelli – Via Guglielmo Pepe, 43, 00185 Roma  Tel.: 06.83082620

Back to top button