Spettacolo

Al Quirinale per la Giornata dello Spettacolo

Gli Olimpici del Teatro 2009 in udienza Al Quirinale  per la Giornata dello Spettacolo.
 

Come ogni anno, la Presidenza della Repubblica ribadisce la sua attenzione alla vitalità della cultura italiana in quella che ha ormai istituzionalizzato come la Giornata dello Spettacolo.
Il Presidente Giorgio Napolitano riceve in udienza, lunedì 9 novembre alle ore 11, i vincitori del Premio ETI Gli Olimpici del Teatro 2009, giunto alla sua settima edizione, insieme a quelli dei Premi De Sica.
La delegazione degli Olimpici viene dunque chiamata al Colle per festeggiare i vincitori ed i finalisti del Premio, promosso dall’Ente Teatrale Italiano e dal Teatro Stabile del Veneto, e con essi tutto il mondo del Teatro, rappresentato quest’anno dall’attrice Franca Valeri, vincitrice del Premio Speciale del Presidente della Giuria Gianni Letta, che prenderà parte all’udienza insieme ai promotori del premio, ai finalisti delle varie edizioni, ad artisti, operatori e professionisti della nostra scena.
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, da sempre vicino al mondo della cultura e dello spettacolo, nell’udienza dell’anno scorso ha sottolineato come le creazioni degli artisti dello spettacolo siano «un pezzo forte della tradizione italiana, dell’identità nazionale», sottolineando «la difficoltà di risposte soddisfacenti ai bisogni del teatro, del cinema, dello spettacolo, dell’attività culturale nelle sue molteplici espressioni» ed auspicando che le criticità di un momento possano diventare «occasione per un riesame rigoroso e una seria riforma degli ordinamenti, delle norme e della prassi nel campo dello spettacolo».
L’udienza al Quirinale diventa così, dopo la serata finale del Premio dello scorso 10 settembre sul palcoscenico del Teatro Olimpico di Vicenza, una seconda consacrazione per i suoi vincitori, portavoce di un ponte vitale tra diversi stili e generazioni della scena: dal Sogno di una notte di mezza estate di Luca Ronconi miglior spettacolo di prosa al premio alla regia, assegnato all’allievo Carmelo Rifici per I pretendenti; dalla solida drammaturgia di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale alla freschezza sanguigna di Chiòve miglior spettacolo d’innovazione, diretto da Francesco Saponaro; da Giuliana Lojodice e Alessandro Gassman migliori attori protagonisti, ad Anita Bartolucci e Gennaro Cannavacciuolo migliori attori non protagonisti; per arrivare all’emergente Valentina Capone, passando per il vitale sconfinamento nell’ispirazione cinematografica che congiunge il miglior monologo Orson Welles’ Roast di Giuseppe Battiston, ai costumi di Sabrina Chiocchio e alle musiche di Germano Mazzocchetti per il miglior musical La strada, per finire con Graziano Gregori miglior scenografo per il teatralissimo Pinocchio.
 
{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}https://www.youtube.com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}{/com/watch?v=PD7NAbVWBGA{/com/watch?v=PD7NAbVWBGAremote}remote}remote}
Guarda anche
Close
Back to top button