Spettacolo

AFI FEST – “Still Alice” – VIDEO

dalla nostra corrispondente da Los Angeles, Maristella Santambrogio

still-alice-poster.jpg

Los Angeles, 14 novembre – “Still Alice“, diretto da Richard Glatzer e Wash Westmoreland è interpretato da Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, e Hunter Parrish,  è basato sulla storia scritta da Lisa Genova.

Ultimamente i film d’impatto e di successo, trattano  lo stesso argomento: l’Alzheimer.

L’ego dell’uomo, il suo genio, le capacità intellettive  vengono  ridotte al nulla ,come un virus, la malattia cancella tutto in un processo doloroso per chi lo subisce e chi gli è accanto.

still-alice-1-julianne_moore.jpg

Alla sentenza drammatica d’essere affetta dal male  del secolo, Alice (Jiulianne Moore), professoressa di Linguistica all’Università Colombia,  segue un percorso costruttivo per se e per i familiari per affrontare la malattia.  Considerando lo sviluppo anomalo  in età non sospetta  dell’Alzheimer, il neurologo di Alice suggerisce  di sottoporre anche i figli  ad un test con il quale si possa evidenziarne ereditarietà. Infatti, viene confermato che  una delle figlie è portatrice sana della malattia.

Il neurologo, inoltre, spiega come un cervello maggiormente ricco d’informazioni, benchè potrebbe sembrare il contrario, abbia  un deterioramento molto più veloce. Il film è toccante , la Moore  ne è l’interprete adatta e forse riuscirà, dopo quattro nominations agli Oscar, a vincere una statuetta.

 

still-alice-2-julianne_moore- kristen_stewart.jpgKristin Stward  nella parte di Lydia ,  gestisce il rapporto con la madre esternando una recitazione  matura, comunque, non all’altezza della Moore, ma apprezzabile. Diverse critiche la sottolineano papabile per essere nominata come attrice non protagonista agli Awards importanti. Restiamo in attesa dei responsi .

La musica di  Ilan Eshkeri,  adatta alla storia, ne accompagna i passaggi emotivi  con equilibrio.

Indubbiamente è un film da non perdere ed è programmato sugli schermi americani il 16 di gennaio.

Il film è distribuito dalla Sony Pictures Classics.

 

 

Back to top button