Spettacolo

Academy Awards 2014: ” La Grande Bellezza”, consola l’Italia con un premio annunciato

dalla nostra corrispondente da Los Angeles, Maristella Santambrogio

Los Angeles, 3 marzo –  Red carpet al massimo della tecnologia, uno show più energetico. “Gravity”

in testa con 6 Oscar.

Il brutto tempo a Los Angeles è stato a favore della cerimonia degli Oscars di quest’anno.  Essendo una

giornata di tempo instabile, seguita a piogge torrenziali che ha invogliato a rimanere a casa, ha ottenuto

un’audience elevata.

In previsione della pioggia, il red carpet è stato completamente coperto. La tecnologia raggiunta ha  permesso, per la prima volta, di seguire

gli “Oscar Red Carpet Live” tramite twitter. Inoltre i fans hanno avuto l’opportunità di vedersi fotografati  vicini alle stars di Hollywood.

Seguendo @TheAcademy e tweet nel red carpet con una propria foto pronta, usando #MyOscarPhoto,  potevano ricevere la propria foto

insieme alle star di Hollywood, ottenuta da un video davanti al quale posavano le stars e che rimandava  la foto tweeted al richiedente di

@MyOscarPhoto Twitter. Nel pomeriggio, durante il red carpet,  le foto scelte venivano presentate al “ Oscars Red Carpet Live”.

La vittoria scontata della “La Grande Bellezza” per la categoria film in lingua straniera, non ha sorpreso nessuno (“Academy Motion Pictures

nominations”  scritto da Maristella Santambrogio il 16 gennaio

http://www.attualita.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=2214:academy-motion-pictures-nominations&Itemid=78 e “La grande

bellezza”: un capolavoro agli Oscar 2014!” scritto da  Antonio Bartalotta – http://www.attualita.it/index.php

option=com_k2&view=item&id=2276:la-grande-bellezza-un-capolavoro-agli-oscar-2014&Itemid=78). Il film porta a casa anche un Oscar

aconclusione degli Awards importanti americani. Si tratta dell’ 11esimo Oscar per i film italiani. Della” Grande Bellezza” si è scritto molto sui

meriti per la sceneggiatura, la regia e l’interpretazione, specialmente di Servillo, ma poco, almeno qui, si è parlato o meglio sottolineato di

quanto i costumi disegnati da Daniela Ciancio abbiano vestito con fantasia, eccezionalmente adeguata  per  eleganza e particolarità,  gli attori

del film. A lei si deve quella felliniana originalità che ha reso visivamente intriganti i personaggi del film.

“Gravity”  ha sorpassato i supernominati “American Hastle” e “The King of Wall Street”, rimasti delusi.

Alle interviste sul red carpet, Matthew McConaughey ha spiegato di essere presente senza l’ansia dell’Oscar. Le nominations sono arrivate

inaspettate, specialmente per un film costato solo cinque milioni di dollari. Si e detto gia soddisfatto per essersi impegnato come gli altri attori

a realizzare un film che ha trattato temi importanti.

L’oro è stato il colore dominante negli abiti indossati dalle attrici, inclusa  Cate Blanchett, vestita da Armani. Simile, l’abito indossato da

Angelina Jolie.

Tra gli abiti  degli attori,  non poteva passare inosservato il cantante,William Ferrel, con giacca e pantaloni al ginocchio.

Ellen Degeneres ha sfatato la compostezza dello show dell’Academy, offrendo in sala la possibilità di ordinare  della pizza che in effetti è stata

portata, mancando la materia prima per pagarla,  ha fatto una colletta tra gli attori .

Degeneres ha presentato lo show coinvolgendo il pubblico nel grande teatro, coinvolgendo gli attori come di consueto la vediamo nel suo

talk showtelevisivo.

Una foto da lei scattata con gli attori, è stata messa su You Tube.

Tra i vincitori è stata decisamente notata molta semplicità e umiltà  da parte di Matthew McConaughey e Jared Leto,  entrambi vincitori

miglior attore protagonista il primo e non protagonista il secondo, per il film “Dallas Buyers Club”.

Gli altri vincitori:

Attrice Protagonista: Cate Blanchett “ Blue Jasmine”

Attore Protagonista: Matthew McConaughey  per “Dallas Buyers Club.”

Attore non Protagonista: Jared Leto, “Dallas Buyers Club.”

Attrice non Protagonista: Lupita Nyong’o, “12 Years a Slave.”

Foreign Language Film: “The Great Beauty,” Italy.

Film D’Animazine: “Frozen.”

Production Design: “The Great Gatsby.”

Cinematography: “Gravity.”

Sound Mixing: “Gravity.”

Sound Editing: “Gravity.”

Sceneggiatura Originale : “Her” Spike Jonze

Sceneggiatura Adattata:  “12 Years a Slave” John Ridley

Colonna Sonora Originale: “Gravity,” Steven Price.

Canzone Originale: “Let It Go” from “Frozen.”

Costumi: “The Great Gatsby.”

Makeup e Hairstyling: “Dallas Buyers Club.”

Animated Short Film: “Mr. Hublot.”

Documentario: “20 Feet from Stardom.”

Documentario ( soggetto corto): “The Lady in Number 6: Music Saved My Life.”

Film Editing: “Gravity.”

Live Action Short Film: “Helium.”

Visual Effects: “Gravity.”

Sotto galleria fotografica

{gallery}oscar2014{/gallery}

Tags
Close