Politica

Marino, sostenuto da un numero di romani da non costituire nemmeno statistica, fa tremare il Pd

marino verso altoRoma, 28 ottobre – Marino, dopo aver ottenuto il sostegno da parte di un numero di persone che, calcolato non costituisce nemmeno statistica, sulle sue dimissioni gioca un’altra carta. Quella della poltrona!

Infatti, dopo Sel, i Consiglieri Comunali di maggioranza, dubitando di poter essere rieletti in una prossima consultazione elettorale, stanno riflettendo se vale la pena di essere obbedienti al partito ed rischiare di dover poi andare a lavorare o piuttosto trovare altre alternative e rimanere nel Palazzo Senatorio ed incollati alla poltrona della sala Giulio Cesare.

 Così, dimenticando che il maggior numero degli inquisiti fanno parte della maggioranza, si nascondono dietro frasi come “non votiamo le dimissioni con chi ha governato con Mafia Capitale”. Ah, anche Marino ha preso le sovvenzioni come gli avversari politici, ma questo non si dice.

Vedremo il comportamento di Matteo Orfini, il quale trema a sua volta perchè con l’eventuale ritiro delle dimissioni da parte di Marino e dei Consiglieri Comunali targati Pd, è in ballo anche la sua di poltrona al Nazzareno, al rientro di Matteo Renzi…

Back to top button