Politica

La rivolta contro Renzi – Sindaco renziano Pd di Sesto Fiorentino sfiduciata. E il Pd scopre la parola “traditori”

sara biagiotti sesto fiorentinoSara Biagiotti messa in minoranza

Sesto Fiorentino, 21 luglio  – Prova di forza e di lotta delle minoranze all’interno del Pd prima della pausa estiva.

La  sindaco renziano di Sesto Fiorentino, Sara Biagiotti, prima donna presidente di Anci Toscana, e coordinatrice nella campagna delle primarie Pd del 2012 per Matteo Renzi, è stata defenestrata.

Alcune settimane fa, 13 consiglieri di cui 8 del Pd, hanno presentato una mozione di sfiducia contro la rappresentante di Renzi. La mozione, messa ai voti, è stata oggi approvata dal Consiglio Comunale con 16 voti a favore (8 Pd, 4 Sel, 1 M5S, 2 Fi, 1 Gruppo misto) e 5 contrari (4 Pd, 1 lista civica in favore del sindaco).

Antonio Mazzeo e Stefano Bruzzesi, rispettivamente vicesegretario vicario e responsabile enti locali del PD Toscana, hanno così commentato la sfiducia al sindaco Sara Biagiotti:

“Quando gli stessi consiglieri eletti nella lista del sindaco del loro stesso partito votano con la destra e il Movimento 5 Stelle e tradiscono così il patto coi cittadini, la vicenda si commenta da sola. Quello che è accaduto a Sesto Fiorentino e al sindaco Sara Biagiotti è imperdonabile. E non può che lasciare l’amaro in bocca sapere che i cittadini dovranno ora subire un anno di commissariamento col loro Comune affiancato, negli elenchi prefettizi, ad amministrazioni sciolte per mafia o per dissesto finanziario”.

Così, quando si fa il salto della quaglia abbandonando i propri elettori,  il termine è “traditore”!

Allora sarà questo quello che pensano Renzi ed i suoi,  verso coloro che sostengono il suo governo. Sono traditori che, pur essendo stati eletti da cittadini che la pensano diversamente, per stare al potere, hanno abbandonato l’elettorato e sostengono coloro che rappresentano un pensiero diverso da coloro che li avevano eletti!

Tags
Back to top button
Close