Politica

Marino è contro le frontiere per i clandestini ma l’applica nella Capitale

Nella zona del Tridente, circolazione automontata solo per i residenti

Roma, 20 ottobre – Marino colpisce ancora. Da oggi, è vietata la circolazione nella zona del Tridente, che comprende via del Corso, via del Babuino e via Ripetta, strade storiche del centro che partono da piazza del Popolo.

Il traffico automontato è consentito solo ai residenti. Neanche ai motociclisti è consentito circolare, se non sono residenti del quartiere.

A ogni varco d’accesso ci sarà una pattuglia in presidio: i vigili saranno divisi in due turni, uno dalle 6 alle 14 e l’altro dalle 13 alle 20. In più ci saranno due o tre pattuglie che gireranno nell’area del Tridente per verificare eventuali irregolarità.

Ai trasgressori sarà elevata una multa di 84 euro, a cui si dovranno aggiungere le spese per la notifica, ha reso noto il Campidoglio.

Così, la Polizia Locale, anzichè essere impiegata per bloccare l’abusivismo commerciale, è costretta a bloccare l’accesso ai romani quindi, chi vuole andare a fare acquisti, viene obbligato a recarsi presso i Centri Commerciali periferici non avendo possibilità di entrare nel quartiere, parcheggiare – a pagamento – e poter caricare gli acquisti in macchina.

Che fortuna ad abitare a Roma!

Il nostro sindaco può pensare a tutte queste cose per i suoi amministrati, non avendo altri pensieri se non favorire rom, clandestini, ciclisti, chiudere Fori Imperiali e registrare illegittimamente inesistenti matrimoni omosessuali che saranno annullati dal Prefetto.

Back to top button