Politica

Perchè la politica non vara leggi serie anti corruzione? Non può!

bilancia-peso

Curzio Maltese su” il venerdì di Repubblica” di questa settimana, fa un’ amara analisi che condividiamo in toto, che cioè “tra anticorruzione e antipolitica non ci resta che sperare nelle nuove generazioni”, perché ” è banale dire che la migliore, la più efficace azione della politica sarebbe una vera lotta alla corruzione. In Italia, questo, non è mai avvenuto…d’altro canto è altrettanto facile provare come l’antipolitica….una volta diventata politica abbia finito per corrompersi…..(e questo) perchè i sistemi sono più forti delle persone e perché entrambe, politica e antipolitica, condividono lo stesso humus sotto culturale e speculano sulla diseguaglianza…Nel disastro morale, almeno una nota positiva c’è ed è che forse stanno avanzando generazioni d’Italiani più onesti”.

Più volte siamo intervenuti su questa testata per affermare che sul pianeta legalità nulla si fa…..! Motivo? Perché ormai lo sanno anche i più disattenti e “lietopensanti” cittadini che è la nefasta politica a non volere modifiche importanti… e questo perchè i reati (praticati dai politici) di corruzione, frode fiscale, falso in bilancio possono continuare a essere commessi a piene luride mani…

Via, non siamo ingenui!

Tutto, poi, è garantito dalla certezza dell’impunità, dalla prescrizione (W la Legge Cirielli pro-Berlusconi!!) e, dulcis in fundo, dalla pena che non si sconta… A parte tale quadro di situazione certamente non nobile, va ribadito che il nostro processo penale è troppo lungo; abbiamo già scritto che  un processo può durare anche 10 o perfino 15 anni (esempio: Eternit). E questo perchè lo stesso processo si articola in  almeno altri tre processi: Tribunale, Appello e Cassazione; ma, in realtà, sono ben cinque le fasi processuali, perché c’è l’udienza preliminare e il ricorso al Tribunale della Libertà (possibile per 10, addirittura 20 volte).

A ciò va aggiunto che la Suprema Corte di Cassazione può, “con rinvio”, rispedire alla Corte d’ Appello o perfino al Tribunale e far ricominciare tutto daccapo. Come può una Giustizia del genere, che favorisce l’impunità e arricchisce avvocatoni ma anche avvocaticchi, svolgersi in tempi brevi?

Ovvio, poi, che tutto si prescriva e proprio riguardo alla Legge Cirielli berluskoniana del 2005 si dovrebbe far sì che la prescrizione non operi più una volta esercitata l’azione penale….Una Chimera…!!

Quindi, la vera riforma è modificare il processo, questa volta a costo zero!; niente Appello, niente udienza preliminare, notifiche solo agli avvocati e solo via email (non agli imputati, tramite Ufficiale Giudiziario presso residenze anagrafiche abbandonate da.. vent’anni); niente avvisi, depositi etc.

Abolendo l’inutile appello, si raddoppierebbero i Magistrati da adibire alla Giustizia che finalmente giudichi…

Tra le recentissime perle legislative, con condanne sino a 4 anni, niente prigione;…se, poi, la condanna è di 5 anni, si sconteranno 7 mesi e mezzo;  se di 6,  1 anno e mezzo.

Trattando poi di corruzione,  va detto e ripetuto che prevedere come oggi si fa che corrotto e corruttore sono punibili in tandem è inammissibile.

Andrebbe infatti previsto  che il primo, il corrotto, qualora denunciasse l’altro, anche prima di un’indagine, fosse esente da pena; solo così il connubbio corruttivo è reciso (articolo del 14 Febbraio 2013:Ancora sul tema della corruzione combattuta con armi spuntate).

Concludiamo con quel che ha denunciato giustamente il 20 dicembre il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, Rodolfo Sabelli: “I toni di indignazione che la politica intera ha levato all’esplodere dell’ennesimo gravissimo scandalo stridono con la debolezza delle annunciate proposte governative….(relative) all’ aumento della pena e limiti al patteggiamento…” Sono proposte che “rischierebbero di scoraggiare ogni collaborazione e rendere ancor più saldo quel patto che lega corrotti e corruttori nell’omertà di un accordo fondato sulle comune convivenza”.

Concludendo, salutiamo senza pensieri augurali natalizi  questa politica che da trent’anni  ci ha ammazzato di tasse e  ammannito mistificazioni,  amnistie , indulti e benefici penitenziari, creando un anomalo “diritto impunitario” pro mafie, addirittura con l’annullamento del rischio penale!!

Buon Natale a Te, grande Italia, ma svegliati!

 

 

 

Guarda anche
Close
Back to top button