Poesia

Lontano da te

 

lontano da te tomasino

Lontano da te.

 

Lontano da te
scrivo con queste mani
nel buio,
soffocando l’urlo amaro
della mia bocca.

Le parole camminano
nell’infinito di una solitudine
che non voglio più,
in un sacrificio senza luce,
inutile, perché senza te.

E chiedo ancora
perché
la terra dell’anima mia,
brucia e si esalta
nel sentire il tuo passo
quando cadenza verso me.

Tutto sei qui, insieme a me.

Lontano da te,
crescono le angosce,
gli sguardi indiscreti del mondo
oscillano come un pendolo.

Suono che batte
tra il ritorno e l’abbandono,
la tristezza e il desiderio.

Sento un profumo,
guardo una via,
bevo un caffè
e c’è sempre il tuo ricordo.

Ed una piccola, piccola
lacrima nascosta
scende
in quest’animo,
impastato di oscuro e luce,
vive la delizia e l’inferno
della passione
ed ascolta il tuo celestiale
canto d’amore sulla pelle.

E scrivo ancora e ancora,
per il tuo sguardo d’angelo
che si libra in una poesia su di me.

GabriellaTomasino@DIrittiRiservati

Guarda anche
Close
Back to top button