Poesia

Quelle gocce d’infinito

tomasino gocce infinito 27.03.2016

Quelle gocce d’infinito

Si conficcano sempre nel petto
le parole d’un bene infinito
che penetrano
le troppe in coscienze,
di quella santità smarrita
dagli uomini
e posta da tempo sul capo
oltre quella Sua corona di spine.

Quelle gocce d’Infinito
scivolano ancora
sui nostri chiodi,
bruciando le mani e i piedi.
Per quel riscatto d’Amore
e vita eterna
per il Suo sangue versato
per noi, per quell’Unico cielo,
lì nel costato degli uomini.

GabriellaTomasino@DirittiRiservati

Guarda anche
Close
Back to top button