Tennis

Tennis Roland Garros – Sinner e la Giorgi agli Ottavi

Azzurri in ascesa

Roma, 28 Maggio 2022 – Tennis del Roland Garros, Jannik Sinner e Camilla Giorgi vincono ed accedono agli ottavi.

IANNIK SINNER
Jannik Sinner, al terzo turno, supera in tre set il californiano Mackenzie Mc Donald ed approda agli Ottavi di Finale del Roland Garros, massima espressione del tennis su terra rossa.
Non è stata una passeggiata quella del ventenne fenomeno della Val Pusteria, attualmente numero 12 nel ranking mondiale.
Non esistono match facili quando si gioca al meglio di cinque partite. Quando raramente le tenzoni si risolvono in meno di due ore.
Tutti, prima o dopo, sono destinati ad incontrare momenti di appannamento e di passaggi a vuoto che hanno il potere di rigenerare l’avversario.
Sulla carta – e nei trascorsi – il match fra Sinner ed il ventisettenne tennista californiano, denunciava una notevole squilibrio di valori tecnico-agonistici.
Mc Donald è infatti numero 60, Sinner 12.
Anche l’unico precedente fra i due parla a favore del tennista azzurro che un anno fa, a Washington, si aggiudicò il suo primo titolo ATP 500 (a 19 anni) con il punteggio di 7-5, 4-6, 7-5.
Match combattuto dal primo all’ultimo game , vinto dall’allora promettente enfant prodige.
E’ stato così anche a Parigi.
Il processo di crescita di Sinner in questo momento, è assai concentrato sulla strategia di gioco: la lettura del gioco e delle caratteristiche dell’avversario per adeguarvi l’approccio più produttivo.
SINNER TROPPA TESTA
Più testa che braccio. Ovvero il braccio al servizio della testa. Un gioco più riflessivo, che in certe circostanze può favorire l’avversario.
Così giocando Sinner, ha strappato il servizio al californiano nella fase iniziale del primo set portandoselo a casa 6-3.
Nella seconda frazione Mc Donald è partito a testa bassa guastando la festa a Sinner. Il quale , in conseguenza, ha perso due servizi, ritrovandosi sotto 2-5.
A dire il vero il fulvo altoatesino dall’inizio del set mostrava una leggera zoppia alla gamba sinistra, sottolineata da una fasciatura sotto il ginocchio.
Sul 2-3, parità 40-40 e servizio di Sinner. Si accendeva un prolungato scambio di colpi, alternati piuttosto inconsueti nelle durata. 26 punti alternati spalmati su oltre dieci minuti..
Alla fine il punto vincente lo realizzava Mc Donald.
SINNER CONTRACCOLPO
Sinner accusava il contraccolpo perdendo, in sequenza, altri due game. L’americano si portava sul 2-5 ad un passo dal set.
Qui, però, arrivava la breve pausa per l’intervento del fisioterapista (non Medical Time) sulla gamba sinistra di Sinner.
Sarà come sarà! Fisioterapista, o sceneggiata, per recuperare almeno mentalmente.
Alla ripresa delle ostilità, il quadro è di nuovo cambiato.
Si verifica un nuovo “Rally” di 36 punti, nel corso dei quali McDonald si vede annullare dal ritrovato Sinner 5 set point.
L’altoatesino, dal canto suo, non sfrutta altrettante palle break. Alla sesta fa, finalmente, centro.
TANTE OCCASIONI SPRECATE
Per lui una boccata di ossigeno. Mc Donald mantiene il servizio.
Quindi, Sinner – che finalmente ha ritrovato la sua solita e micidiale prima palla, raggiunge il 6-6 del Tie Break.
Jannik ha ripreso anche il controllo ponderato della situazione. Il Tie Break se lo aggiudica (7-6) per un solo punticino.
Solo il secondo set è durato 94 minuti, oltre una ora e mezza!
Il resto non fa cronaca, perchè l’americano, scoraggiato, molla senza combattere, mentre Sinner ed il suo nuovo clan cominciano a pensare che forse stanno sbagliando qualcosa.
Non sempre il fisioterapista può riaggiustare situazioni ormai pregiudicate.
Per l’Italia in racchette, le buone notizie non finiscono qui.

ANCHE LA GIORGI AGLI OTTAVI
Subito dopo il successo di Sinner, in campo è infatti scesa, la marchigiana Camilla Giorgi, numero 31 al mondo.
Di fronte, un’avversaria temibilissima, la Numero 8 al mondo.
Aryna Sabalenka, in Carriera ha vinto 10 titoli fra cui un WTA 500. Famosa per la sua grinta, si è meritata l’appellativo di Tigre della Bielorussia.
Contro tale avversaria, la ragazza marchigiana (anche lei 10 titoli WTA), ha disputato una delle migliori partite di sempre .
Perso il primo set 3-6, ha raggiunto anche lei gli Ottavi di Finale del Roland Garros grazie ad un duplice e perentorio 6-2 negli altri due set.

 

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button