Calcio

Preliminari Champions. Suicidio Roma!

calcio de rossi espulsione roma porto 2016 (Foto Gazzetta dello Sport)

Roma, 23 agosto  – Incredibile epilogo del preliminare Champions per la Roma, che esce dalla possibilità di entrare nell’Europa dei gironi cadendo rovinosamente in casa per 0-3 col Porto, gol di  Felipe, Layun e Corona.

Per meglio specificare il concetto iniziale, i giallorossi sono “usciti di testa” perché altrimenti non si spiega l’entrata che al 40’ del primo tempo il capitano De Rossi ha effettuato su Maxi Pereira, poi sostituito, con la partita ancora tutta da giocare seppur sotto per un goal subito all’8’ da Felipe su indecisione della difesa da palla inattiva.

La gara ha avuto lo stesso inizio dell’andata solo che il controllo del centrocampo e la fluidità della manovra erano tutte a favore dei portoghesi che hanno rischiato solo su un tiro di Salah servito in area da Dzeko.

Nella ripresa altra follia questa volta ad opera di Emerson Palmieri, che era entrato al posto di Paredes per ricostituire la linea a 4 di difesa dopo l’espulsione di De Rossi, che emula il proprio capitano entrando a martello su Corona, lasciando la squadra di Spalletti in nove uomini.

È ovvio che il giudizio tecnico in questi casi è assolutamente falsato, però l’atteggiamento della squadra non era quello del primo tempo di Oporto che, a differenza di quello visto stasera, aveva portato i giallorossi a recriminare su almeno tre occasioni da goal malauguratamente sciupate.

Al di là di tutto, in una brutta serata, da salvare solo Nainggolan e Strootman veri assi portanti che non hanno mai mollato, nemmeno nel penoso finale dove il Porto ha cavallerescamente non infierito sui resti giallorossi.

 Adesso c’è la “scappatoia” dell’Europa League che comunque, se portata avanti con professionalità, potrà consentire alla lunga di tentare di vincere un trofeo importante ed in qualche modo salvare il “ranking internazionale”.

Nelle altre partite della serata, domani le ultime gare che completeranno il quadro, qualificazione per il Celtic, Ludogorets, Legia Varsavia e Monaco, mentre per le speranze italiane appuntamento giovedì sera a Belgrado per la qualificazione in Europa League del Sassuolo.

 

Guarda anche
Close
Back to top button