Calcio

Calcio. “O mia bela Madunina”

mazzola riveraIl 10 gennaio 1909 si giocava la prima sfida tra Inter e Milan, una stracittadina che ha fatto la storia del calcio e che sarà il posticipo serale di domenica 13 settembre (20.45).

Roma, 11 settembre – Domenica sera c’è l’Inter-Milan, guai a chi se lo perde.

Come tutti i derby che si rispettino anche a quello “meneghino” si legano aneddoti e curiosità, storie e leggende, a partire, ovviamente, dalla prima volta. Un’amichevole giocata a Chiasso il 18 ottobre 1908 vinta dai rossoneri che dette il via a questa lunga storia di calcio e di uomini, che conobbe il primo confronto ufficiale tra le due squadre il 10 gennaio 1909.

L’Inter non aveva nemmeno un anno di vita e affrontò il ben più vecchio Milan nelle eliminatorie regionali del dodicesimo campionato di calcio italiano, che poi verrà vinto dalla Pro Vercelli (in finale batterà la Milanese, altra squadra di Milano).

Anche quel primo derby ufficiale, come quello amichevole del 1908, viene vinto dai rossoneri: 3-2  con gol di Trerè, Lana e Laich per il Milan. L’Inter va in gol con il brasiliano Gama e lo svizzero Schuler.

Anche a quei tempi i nerazzurri prediligono gli stranieri, tanto che gli italiani della formazione nerazzurra sono solo quattro (Cocchi, Fossati, Kaeppler e Du Chene), con gli ultimi due che sono anche di chiara origine straniera. Tutti gli altri sono svizzeri. Non per niente si chiamava il vero nome del club è Internazionale e la rivincita se la prenderà subito nella stagione successiva, nella quale vincerà i due derby 5-1 e 5-0 e si aggiudicherà lo scudetto a spese della Pro Vercelli, che in finale aveva mandato in campo per protesta contro la Federazione la squadra ragazzi.

Molti anni dopo, il 6 novembre del 1949, arriva il derby milanese con più gol: è quello che finisce 6-5 per l’Inter. Dopo sette minuti Milan va in vantaggio con doppietta di Candiani (1’ e 7’), Nyers accorcia le distanze e il Milan si porta sul 4-1 con Nordhal e Liedholm. Sono passati appena 20 minuti dall’inizio e la gara sembra già indirizzata. Ma l’Inter non ci sta e prima del riposo, nel giro di due minuti va in gol con Amadei e Nyers fissando il 4-3. Il secondo tempo è spettacolare: i nerazzurri vanno in vantaggio per 4-5 con le reti di Amadei al 5’ e Lorenzi al 13’; il Milan fa 5-5 con Annovazzi, ma al 19’ ancora Amadei segna il 6-5 per l’Inter. Quattro gol in 14 minuti. Poi il punteggio non cambierà più.

Uno dei protagonisti di quella gara, Nyers, nella stagione 1953-54 finisce fuori rosa. Il presidente Masseroni è per la linea dura: il giocatore non ha restituito un prestito di 6 milioni fattogli dalla società e chiede un aumento dell’ingaggio. Prisco, già dirigente nerazzurro, convince il consiglio non soltanto a votare la riconferma di Nyers, ma anche a condonargli i soldi che deve alla società.. E Nyers ripaga l’Inter alla grande: la domenica successiva segna tutti e tre i gol che regalano ai nerazzurri la vittoria nel derby contro il Milan.

Poi c’è stata l’epoca dei grandi derby tra il Milan di Gianni Rivera e Nereo Rocco (il “Paròn”) e l’Inter di Sandro Mazzola ed Helenio Herrera (il “Mago”). Il primo si giocò l’1 ottobre 1961. L’Inter era favorita, ma a vincere fu il Milan per 3-1 con i gol di Pivatelli, Greaves e Conti. E dire che alla vigilia molti tifosi avevano addirittura scommesso sullo scarto di gol a favore dell’Inter di Herrera, che aveva vinto il suo primo derby in nerazzurro l’anno precedente con un gol di Picchi (l’unico del grande libero nell’Inter) e perso il secondo, ma sulla panchina del Milan non sedeva ancora Rocco. L’allenatore che aveva inflitto ad Herrera la prima sconfitta nel campionato italiano: Padova-Inter 2-1. 

A quegli anni risale anche il gol più veloce di sempre del derby meneghino, che è quello segnato dopo appena 13 secondi da Sandro Mazzola nell’1-1 del 24 febbraio 1963.

Il secondo più rapido, invece, è ancora quello del milanista Altafini, che il 26 marzo 1961 realizzò dopo 20 secondi una delle due reti della vittoria rossonera per 2-1 (l’altra fu di Liedholm). Altafini è anche l’unico giocatore ad aver segnato 4 gol in un derby: 27 marzo 60, 5-3 per il Milan.

Tante anche le stracittadine milanesi decise negli ultimi minuti, nella cosiddetta zona Cesarini.

Nel 2005 Adriano firmò al 48’ della ripresa il 3-2 per l’Inter, mentre l’anno prima era stato Seedorf a far vincere il Milan, sempre per 3-2 a quattro minuti dalla fine. All’ultimo minuto Piero Trapanelli firma il 2-2 del Milan il 7 giugno 1942: il massimo per un esordiente in maglia rossonera.

Tre derby sono stati decisi all’89’: è successo nel 1979 con il milanista De Vecchi che segna il gol del 2-2, nell’ 81 tocca a Bergomi in Coppa Italia a realizzare il 2-2 dell’Inter, mentre Massaro nel 1994 dà la vittoria al Milan per 2-1.

A 5 minuti dalla fine saranno decisivi per il Milan Bigon nel ‘71 (2-3 ) e Verza nell’85 (1-2).

Il derby milanese che ha visto la vittoria più netta di una delle due squadre resta tuttora quello di venerdì11 maggio 2001. Inter e Milan erano agli sgoccioli di una stagione deludente, ma il derby passò alla storia perché il Milan lo vinse in casa dell’Inter addirittura per 6-0. Il protagonista a sorpresa fu l’attaccante Gianni Comandini, che segnò dopo due minuti e raddoppiò al 19’. Gli altri gol furono di Shevchenko (doppietta), Giunti e Serginho.

Stavolta parte favorita l’Inter, ma il derby, si sa, sfugge sempre ad ogni pronostico.

Guarda anche
Close
Back to top button