Calcio

Serie A, 19a giornata – Vincono tutte le grandi, bene le romane. RISULTATI e CLASSIFICHE

calcio Higuain juve bologna 17Roma, 8 gennaio 2017- Si chiude il girone d’andata del massimo campionato di calcio di serie A con un curioso “minimo comune denominatore” e cioè che le grandi, Inter, Lazio, Milan e Napoli risolvono le loro partite con goal fatti all’ultimo respiro.
Dopo la rete di Tonelli sabato sera al 95′, è stata la volta di Inter, Lazio e Milan che hanno risolto le loro gare negli ultimi istanti superando difficoltà non facilmente pronosticabili alla vigilia.
Nella tarda mattinata l‘Inter di Pioli sbanca Udine, 1-2 con reti di Jankto e doppio Perisic, patendo un primo tempo di marca friulana con la fortunata coincidenza di pareggiare l’iniziale svantaggio a pochi secondi dal riposo, dopo che i bianconeri di Del Neri avevano sciupato almeno quattro palle-goals.
La ripresa ha consentito ai nerazzurri di giocare con più raziocinio e tranquillità arrivando al colpaccio di Perisic a due minuti dalla fine.
Alle 15 beneficiata di una grande Atalanta, 1-4 contro il Chievo con goals di Gomez (2), Conti, Pellissier e Freuler, ormai non più una sorpresa, pareggio a reti bianche tra Sassuolo e Torino e successi delle romane, 1-0 della Lazio sul Crotone con rete di Immobile, e 0-1 della Roma contro i rossoblù del Genoa su autogoal di Izzo.
La Roma aveva il compito più difficile, visto il rendimento casalingo del Genoa, ma ha offerto una prova più di sostanza che di fioretto sfruttando una sfortunata deviazione nella propria porta di Izzo su diagonale di Bruno Peres. Buone le prove di Dzeko, un palo colpito nella ripresa, e di Szazesny, mentre sono sembrati un po’ appesantiti sia Nainggolan che Strootman.
La Lazio fa festa al 90′, poco prima del recupero, piegando un ottimo Crotone che ha avuto nel secondo portiere Festa, il titolare Cordaz era squalificato, l’assoluto protagonista della gara, con almeno quattro parate decisive. I biancocelesti, privi di Lulic, Keita e Anderson, hanno anche sbagliato un rigore a metà primo tempo con Biglia che ha calciato sulla traversa e via,via hanno trovato sempre più difficoltà contro il muro eretto dai calabresi, peraltro ben messi in campo e puniti da uno svarione difensivo che ha consentito ad Immobile di tornare al goal dopo circa due mesi di astinenza.
Una gioia che va ad impreziosire il compleanno di domani, dal momento che la Lazio festeggia il suo 117° anniversario. AUGURI!
Altra partita decisa sul filo di lana è stata Milan-Cagliari, 1-0 rete di Bacca nel tardo pomeriggio, con i rossoneri messi in difficoltà da un ottimo Cagliari che avrebbe meritato almeno il pareggio ed anche qui un ritorno al goal dopo un lungo digiuno del colombiano Bacca su assist di Lapadula.
Da segnalare il rinvio a data da destinarsi di Pescara-Fiorentina per l’abbondante nevicata che ha colpito la città abruzzese.
Dulcis in fundo l’ultima partita ha visto i Campioni della Juventus in serata sbaragliare il Bologna, 3-0 doppietta di Higuain e Dybala su rigore, senza alcuna difficoltà annullando la delusiona della Supercoppa Italiana persa contro il Milan alla vigilia di Natale. Ordinaria amministrazioneper gli uomini di Allegri alla ventiseiesima vittoria consecutiva allo Stadium.
Da martedì cominciano gli ottavi di Coppa Italia, spalmati su due settimane, che vedranno in scena delle grandi.
 
Ecco la classifica al giro di boa del campionato:
Juventus, 45; Roma, 41; Napoli, 38; Lazio, 37; Milan, 36; Atalanta, 35; Inter, 33; Torino, 29; Fiorentina, 27; Udinese e Chievo, 25; Genoa, Sampdoria e Cagliari, 23;  Bologna, 20; Sassuolo, 18; Empoli, 17; Palermo, 10; Crotone e Pescara, 9.
Back to top button