Racconti di sport

Il visionario Doris.

Ricordo sportivo di un grande imprenditore.

Roma, 26 novembre 2021.

 

Prendo spunto dalla scomparsa di Ennio Doris, fondatore della Banca Mediolanum, dello scorso 24 novembre per un ricordo legato al mondo dello sport.

Doris è un fervente appassionato di ciclismo, tifosissimo di Fausto Coppi, passione che viene dal padre che con lui condivide l’attesa delle radiocronache ciclistiche del mitico Mario Ferretti.

Nel 1953, a 13 anni, Doris è impaziente per le sorti del 36° Giro d’Italia, che vede in testa Koblet, con poche speranze per il <suo> Coppi che fallisce un attacco alla maglia rosa alla terz’ultima tappa.

Affranto e rassegnato lo consola il papà Adriano che gli dice:<C’è sempre un domani> e l’indomani il Campionissimo sbaraglia tutti sullo Stelvio e vince il suo 5° Giro.

Ma al di là di questo ricordo voglio accomunare Doris ad un altro grande imprenditore, anch’esso appassionato sportivo, Giovanni Rana, fondatore del gruppo Pastificio Rana.

Conosco personalmente Giovanni Rana nel 2004 quando Verona ospita i mondiali di ciclismo su strada e scopro una persona, un imprenditore, affabile oltre che capace.

Gli chiedo dell’idea fantastica avuta nell’inventarsi una pubblicità basata sulla sua persona e non sul classico stereotipo del costoso testimonial.

E’ la stessa idea che a 60 anni suonati viene a Doris quando nel 2000, nello spot Mediolanum, traccia un cerchio sulla sabbia di un lago salato.

Disegna il cerchio e pronuncia la frase magica:<Una banca costruita intorno a te>.

La forza e la lungimiranza di Doris e Rana, seguiti qualche tempo dopo anche da Amadori, è proprio quella di rompere gli schemi della comunicazione mettendosi in gioco in prima battuta.

Nel caso di Doris, che si considera <il medico del risparmio>, proporre il suo volto di banchiere, che gestisce le sostanze della gente, vuole rappresentare una rassicurazione.

Così come Rana per i suoi prodotti alimentari e posso dirlo per esperienza personale nei pasta-party della Maratona delle Dolomiti di ciclismo; una vera leccornia…

Ennio Doris e Giovanni Rana due esempi del genio imprenditoriale italico, nel segno dello sport in genere e del ciclismo in particolare

Back to top button