Gennaio

Almanacco del 23 gennaio 2014

 

OGGI

Giovedì

23 Gennaio 2014

NASCE

1752: Muzio Clementi, compositore

1783: Marie Henri Beyle (Stendhal), scrittore

1832: Edouard Manet, pittore

1891: Antonio Gramsci, filosofo

1899: Humphrey Bogart, attore

MUORE

1548: muore all’età di 57 anni Bernardo Pisano, compositore

1964: muore all’età di 80 anni Louis Horst, compositore

1989: muore all’età di 84 anni Salvador Dalì, pittore

ACCADDE

1265: viene formalmente istituito il Parlamento Inglese

1492: per la prima volta viene stampato il Pentateuco,

la Bibbia ebraica formata dai cinque “Libri” Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio

1668: Inghilterra, Svezia e Olanda firmano una triplice alleanza contro la Francia

1870: nella zona del Montana l’esercito americano uccide 173 persone

appartenenti alla tribù dei Piedi Neri. 140 sono donne e bambini, dei restanti 20 molti sono anziani

1932: a El Salvador l’esercito uccide 4.000 contadini che protestano contro il governo

1936: guerra di conquista dell’Etiopia da parte dell’Italia:

Ras Cassia telegrafa all’imperatore invitandolo ad inviare una protesta

ufficiale alle Nazioni Unite per l’uso che l’esercito italiano fa di gas proibiti e iprite distruggendo

indiscriminatamente soldati, civili, animali, fiumi, terre, e tutto ciò he incontrano

1961: il Venezuela adotta la sua Costituzione

1973: il presidente americano Nixon annuncia un accordo che pone termine alla guerra del Vietnam

1998: Papa Giovanni Paolo II condanna l’embargo americano contro Cuba

LA CHIESA RICORDA

Santi

S. Vincenzo Pallotti,  S. Emerenziana, S. Bernardo ab., S. Eusebio, S. Ildefonso da Toledo

Onomastica

Messalina

Nome di origine romana, risale al console Mario Valerio Massimo che nel 263 a.C. conquistò la città di Messalla, l’attuale Messina.

Da allora “Messalla” divenne un supernomen (un secondo cognome) della gens Valeria, per poi trasformarsi in un nome proprio femminile.

Noto soprattutto per de dissolutezze della moglie dell’imperatore Claudio,  che per il suo comportamento la condannò a morte, Messalina è oggi un nome in disuso, ma ancora qualche centinaio di donne italiane lo portano.

Anche una santa, martirizzata nel terzo secolo, sotto l’Imperatore Decio, portò questo nome, per questo tutte le Messaline italiane, e non, possono festeggiare il loro onomastico cristiano.

Onomastico: 23 Gennaio

PROVERBIO

Acqua passata non macina farina

AFORISMA

La vera patria è quella in cui incontriamo più persone che ci somigliano.

[Stendhal]

DITELO CON I FIORI

Fiori

Il significato di Myosotis – papavero selvatico – eliotropio (in un solo mazzo) è…

– Amami come ti amo io

DIZIOGIORNO

Edulcorare

Verbo transitivo

Significa addolcire, dolcificante (si trova molto spesso nelle etichette degli alimentari).  Ha anche il significato di “rendere meno sgradevole” (poco usato).

Edulcorante, participio presente del verbo, ha anche valore di sostantivo maschile con il significato di dolcificante.

Deriva dal latino medioevale edulcoràre, a sua volta derivante dal latino dulcor, dulcis, dolcezza

CURIOSITÀ

LEGGI NEL MONDO:

Texas

È illegale prendere piu’ di tre sorsi di birra per volta mentre si sta in piedi.

TEMPO AL TEMPO

Neve

1995: una violenta tempesta di neve si abbatte sulla zona del Kashmir. 200 furono le vittime accertate

TERRA

1556: in Cina, nella provincia dello Shanxi, un violentissimo terremoto, 
probabilmente magnitudo 8.2, provoca più di 830.000 vittime;

1812: un violentissimo terremoto di probabile magnitudo 7.8 colpisce gli Stati Uniti. 
La città americana di New Madrid subisce i maggiori danni 
(questo sisma fa parte del gruppo di terremoti noti con il nome di “Terremoti di New Madrid). 
Imprecisato il numero delle vittime;

1855: l’area di Wellington, in Nuova Zelanda,viene colpita da una scossa di terremoto di magnitudo stimata 8.0. 
Grazie al fatto che la zona è quasi inabitata pochissime sarebbero state le vittime.

LATINO IN USO

Longa manus

Latino: lunga mano.

Si dice di persona, o gruppo, che agisce, per lo più nascostamente, per incarico di altri. L’espressione suggerisce l’idea di manovre sotterranee e illecite,per cui ha generalmente valore spregiativo.

MODI DI DIRE

Mettere lo zampino

lntrufolarsi, più o meno subdolamente, in una faccenda per trarne vantaggio,con il passo felpato del gatto ma talvolta le cose non vanno come spera il maneggione,e allora: Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino

Tags
Guarda anche
Close
Back to top button
Close