Febbraio

Almanacco del 18 febbraio 2014

 

OGGI

Martedì, 18 Febbraio 2014

NASCE

1404: Leon Battista Alberti, architetto, scultore

1516: Mary I Tudor, regina

1632: Giovanni Battista Vitali, compositore

1677: Jacques Cassini, astronomo

1745: Alessandro Giuseppe Antonio Anastasio Volta, fisico, inventore

1898: Enzo Ferrari, Industriale

1940: Fabrizio de Andrè, musicista

2005: in Gran Bretagba entra in vigore la legge che proibisce

la caccia alla volpe e ad altri mammiferi

MUORE

1455: all’età di 68 anni muore Fra Angelico, detto “il beato”, pittore

1546: all’età di 62 anni muore Martin Lutero, riformatore della chiesa

1564: all’età di 88 anni muore Michelangelo Buonarroti, artista

1587: all’età di 44 anni muore decapitata Mary Stuart di Scozia, regina

1817: all’età di 72 anni muore Giacomo Quarenghi, architetto

ACCADDE

1503: Henry Tudor riceve il titolo di Principe di Galles: 6 anni dopo salirà al trono come Enrico VIII d’Inghilterra

1861: Vittorio Emanuele II di Sardegna viene incoronato primo re d’Italia

1885: viene pubblicato per la prima volta il libro di Mark Twain  “Le avventure di Huckleberry Finn”

1901:   Cecil Booth brevetta l’aspirapolvere

1930: l’astronomo americano Clyde Tombaugh scopre Plutone

1960: Olimpiadi – nella città americana di Squaw Valley  si apre l’ottava edizione dei Giochi Olimpici Invernali.

A questa edizione partecipano 28 atleti italiani di cui 7 donne.

1968: Olimpiadi – nella città francese di Grenoble,  si chiude la decima edizione dei Giochi Olimpici Invernali.

Per l’Italia conquistano la medaglia d’oro:

– Franco Nones – sci di fondo – 30 km

– Erika Lechner – slittino – singolo donne

– Luciano De Paolis e Eugenio Monti – bob a due

– Mario Armano, Luciano De Paolis, Eugenio Monti e Roberto Zandonella – bob a quattro.

1975: in Italia viene approvata la legge che permette l’aborto, la famosa “194”

2003: in un incendio scoppiato nella metropolitana della città sud coreana di Daegu circa 200 persone perdono la vita

2004: a Neyshabur, Iran, una nave carica di zolfo, petrolio e fertilizzanti prende fuoco ed esplode. 
295 persone perdono la vita 200 di loro erano soccorritori

2005: In Gran Bretagna entra in vigore la legge che proibisce la caccia alla volpe e ad altri mammiferi

SI CELEBRA

Gambia – Festa dell’Indipendenza – Festa Nazionale

Nepal: Festa Nazionale –

TEMPI ANTICHI

ROMA: Parentalia – Queste festività, che duravano dal 13 al 21 Febbraio, 
si tenevano in onore dei propri ascendenti

LA CHIESA RICORDA

Santi

S. Simeone

Beato Giovanni da Fiesole, detto “Angelico”, S. Flaviano di Costantinopoli, S. Angiberto, Ss. Leone e Peregonio

Onomastica

Angelica – Angelico

Il nome deriva da “angelo”, evocandone la purezza e il senso di pace. 
Nel dodicesimo secolo il maschile Angelico era un soprannome che solo molto più tardi si trasformò in nome proprio.

L’ Angelica più famosa è quella che compare nelle storie dedicate a Orlando, eroe medioevale celebrato dal Boiardo e dall’Ariosto.

Onomastico

Alcuni calendari ricordano santa Angelica il 6 Dicembre, mentre il 18 Febbraio si ricorda il “Beato Angelico”

PROVERBIO

Prima il dito, poi la mano

e alla fine il braccio sano

AFORISMA

Un classico è qualcosa che tutti vorrebbero aver letto

e nessuno vuol leggere.

[Mark Twain]

DITELO CON I FIORI

Il significato di – Artemisia – è…

– Un omaggio alla tua dignità

DIZIOGIORNO

Sprimacciàre

Verbo transitivo.

Battere un materasso o un cuscino in modo che il materiale di cui è riempito si distribuisca uniformemente. 
In passato i cuscini erano generalmente pieni di piume, 
per questo il termine indica soprattutto il “battere” guanciali di piume.

Deriva da “spiumacciare”, che si riferisce chiaramente all’atto

di “disfare un grumo di piume”

CURIOSITÀ

LEGGENDE METROPOLITANE:

la coca cola in origine era verde: FALSO.

Il fatto che la coca cola in origine fosse verde è una leggenda metropolitana.

Sin dall’origine è stato usato il caramello che dà la tipica colorazione alla coca cola.

In origine il vetro delle bottiglie era verde, ecco probabilmente da dove è nata la leggenda metropolitana della coca

MODI DI DIRE

Golpe

Spagnolo: colpo. Nel giornalismo politico, ricorre spesso in luogo di “colpo di stato”. 
Il termine ci viene dall’America Latina dove i golpes, generalmente compiuti dai militari,
sono una radicata consuetudine.

Grana

Dal gergo militare e burocratico il termine è passato nel linguaggio comune,
designando una seccatura, una questione molesta. Inoltre, dal dialetto lombardo. 
è entrato nell’uso familiare col senso di “denaro” ma non è un’espressione raffinata. 
Nel primo caso, l’origine è incerta; nel secondo, 
è plurale latineggiante di “grano”, moneta del Regno delle Due Sicilie: 10 grana facevano 1 carlino.

grato m’è il sonno e più l’esser di sasso

Verso michelangiolesco talvolta citato quando, per il disgusto che suscita il mondo circostante,
ci si augurerebbe di essere insensibili come una pietra.
Michelangelo lo fa dire alla statua della Notte,
da lui scolpita con altre per ornare la tomba di Giuliano dei Medici in San Lorenzo a Firenze, 
replicando a un ammiratore poeta che invitava i visitatori a destare la figura dormiente,
così viva che avrebbe potuto parlare. “No”, dice Michelangelo 
“di questi tempi (Firenze era minacciata d’assedio) è meglio non vedere la realtà, 
piena com’è di danno e di vergogna.”

Gettare il guanto

Sfidare, e raccogliere il guanto significa accettare la sfida. Era antica usanza cavalleresca, di origine germanica, mandare il “guanto della battaglia” per dichiarare la guerra, e lanciare sprezzatamente un guanto in faccia all’avversario per sfidano a duello. a verde.

Tags

Guarda anche

Close
Close