Dicembre

Almanacco del 14 dicembre 2014

OGGI

Domenica, 14 Dicembre 2014

NASCE

1503: Nostradamus, veggente

MUORE

1799: all’età di 67 anni muore George Washington, primo presidente degli Stati Uniti

1823: all’età di 53 anni muore  Vincenzo Cuoco, storico

1985: all’età di 85 anni muore  Stanley Grauman Weinbaum, scrittore

ACCADDE

1819: l’Alabama è il ventiduesimo stato dell’Unione Americana

1911: il norvegese Roald Amundsen è il primo a raggiungere il polo Sud

1927: l’Iraq conquista l’indipendenza dalla Gran Bretagna, 
ma le truppe britanniche rimangono sul territorio

1967: per la prima volta il DNA viene replicato artificialmente con successo

1981: Israele annette ufficialmente le Alture del Golan (conquistate nel 1967)

2003: dopo anni di caccia viene catturato il dittatore iracheno Saddam Hussein

TEMPI ANTICHI

ROMA: Brumalia – preparazione dei festeggiamenti per il Solstizio d’Inverno

LA CHIESA RICORDA

Santi

S. Giovanni della Croce

S. Agnello, S. Spiridione, S. Venanzio Fortunato, S. Pompeo vesc. di Pavia

Onomastica

Jessica – Gessica

Apparso per la prima volta nell’opera shakespeariana “Il Mercante di Venezia”, 
Jessica era la figlia del mercante ebraico Shylock.

Forse Shakespeare si ispirò, per questo nome, a quello della sorella di Abramo, 
Iskah, che significa “Dio guarda”

Variante: Gessica

Onomastico

Adespòto: 1 Novembre

PROVERBIO

Parere e non essere,

è come filare e non tessere

AFORISMA

Se tieni alla tua reputazione,

accompagnati a uomini di buone qualità;

per questa ragione è meglio

essere solo che male accompagnato.

[George Washington]

DITELO CON I FIORI

Il significato di – Agrifoglio è…

– Augurio di abbondanza

– Spirito guardingo

CURIOSITÀ

PERSONAGGI:

Il primo presidente americano eletto dal popolo, George Washington 
arrivò a “possedere” più di 300 schiavi

ALABAMA

significa “noi restiamo qui” nella lingua degli indiani Creek, 
questo era anche il nome della tribù che si stabilì in quella zona 
(Alabamas o Alibamons)

LA FRASE DEL GIORNO

Ciò che fa un uomo è come se lo facessero tutti gli uomini.

Per questo non è ingiusto che una disobbedienza

di un giardino contamini il genere umano;

per questo non è ingiusto che la crocifissione

di un solo giudeo basti a salvarlo.

(J. L. Borges)

PERCHE’ SI DICE

Perchè la mortadella si chiama così?

L’origine del nome Mortadella, è tuttora fonte di dibattito,

ma risalirebbe all’epoca dell’Impero Romano, secondo alcuni

deriverebbe da mortarium (mortaio), l’utensile.

La mortadella è nata in epoca romana, probabilmente
nel I sec. dopo Cristo e la sua produzione si è sviluppata 
soprattutto in un’area compresa tra l’ Emilia-Romagna e il Lazio. 
Infatti un prodotto nominato mortadella era già conosciuto
ai tempi di Augusto e Tiberio (I secolo dopo Cristo). 
D’altronde gli etruschi, primi abitanti della moderna città di Bologna, 
erano già esperti nella salagione della carne di maiale. 
Ne è testimonianza il fatto che, nei territori un tempo abitati dagli etruschi, 
si sono sviluppati altri tipi di mortadella 
(emiliana, umbra, abruzzese, romana).

Guarda anche
Close
Back to top button